was successfully added to your cart.
Tag

abitudini Archives - Claudio Belotti

7 semplici abitudini per vivere felice

By | Blog

La TUA vita è quanto di più prezioso tu possieda. Viverla nel modo migliore è l’azione più importante che tu possa compiere per amarla e onorarla e arrivare in fondo a questa avventura con il sorriso sulle labbra. Si tratta di questo: riconosci tutto il buono e il bello che ci sono nella tua vita e sii grato per ciò che hai. Poi impegnati per essere chi sei, fare ciò che vuoi fare e avrai ciò che desideri. Semplice. Ma non facile 🙂

Proviamo a belottizzarlo e mettere questo obiettivo a portata di mano, attraverso 7 abitudini che puoi sviluppare per vivere felice. Eccole qui:

  1. Definisci cosa sono per te il successo, la ricchezza e la felicità. Non ci sono al mondo due esseri umani uguali. Nemmeno i gemelli lo sono. Quindi perché dovresti adottare l’idea di successo di qualcun altro? Non hai abbastanza fantasia per immaginare cosa di bello ti riserva la vita se decidi di impegnarti e fare la tua parte. Significa che non ti conviene utilizzare gli atri come metro di giudizi perché a te potrebbe andare molto meglio, se ti concentri e ti impegni. In fondo ci sarà sempre qualcuno che sta meglio di te. Come anche ci sarà qualcuno che sta peggio. Ogni scelta va valutata in termini costo/benefici. Quando scegli una cosa, contemporaneamente non ne scegli altre. E va bene così, se sai cosa vuoi, se hai definito cosa sono per te successo, ricchezza e felicità. Devi definire il successo, la ricchezza e la felicità nei TUOI termini, perché se non lo fai, la società lo farà per te e sarai sempre o troppo o troppo poco. Avrai obiettivi troppo semplici o troppo difficili, se non sarai tu a stabilire la scala di valore e senza questa non proverai mai vera soddisfazione.

 

  1. Impara a dire no alle persone, agli obblighi, alle richieste e alle opportunità che non ti interessano. Imparare a dire “no” alle cose che non contano davvero è uno dei più grandi strumenti di libertà che tu possa costruire con le tue mani. Ma come puoi dire no a certe opportunità se non sai quello che vuoi? Il rischio è quello di essere come foglie nel vento. Definisci cosa è importante per te e non sarai sedotto dalla prima opportunità che ti trovi davanti ma sceglierai – o addirittura costruirai – la tua opportunità, quella che desideri e che meriti.

 

  1. Ricordati di dire grazie. Non un grazie buttato lì: è necessario pensarlo, provare gratitudine e poi pronunciarlo. Ricordo di aver scoperto il potere della gratitudine molto presto, lavorando giovanissimo come cameriere negli alberghi e nei ristoranti di lusso, durante le vacanze estive. Era incredibile quando incontravi qualcuno che era sinceramente grato. Era incredibile perché, francamente, è raro. La semplicità del gesto, un grazie sentito, per il servizio ricevuto era pochissima cosa, ma detta con autentica intenzione sembrava molto di più. Non è raro infatti che molti camerieri preferiscano servire un tavolo gentile ma con un conto modesto che un tavolo di persone maleducate ma con un conto stellare.

 

  1. Hai mai provato a sostituire la caffeina con una doccia fredda? Dovresti provare. Sai che Anthony Robbins non consuma affatto caffeina? Al suo posto inizia ogni mattina saltando in una vasca d’acqua alla temperatura di 13 gradi. L’immersione in acqua fredda facilita il benessere fisico e mentale. Se praticato regolarmente, fornisce cambiamenti duraturi ai sistemi immunitario, linfatico, circolatorio e digestivo del tuo corpo che migliorano la qualità della tua vita. Può anche favorire la perdita di peso perché aumenta il metabolismo. In ogni caso non è necessario partire dai 13 gradi: puoi farlo gradualmente e apprezzarne gli effetti. Una bella doccia fresca, in ogni caso, è uno dei metodi migliori per svegliarsi e tonificare l’umore!

 

  1. Aumenta la velocità di ascolto di audiolibri e podcast a 1,5x o 2x. Se ascolti già gli audiolibri sai che possono essere una fonte enorme di informazioni, accessibili anche in momenti di attività sportiva o relax. Di solito gli audiolibri sono letti in maniera professionale e le parole sono perfettamente scandite: questo consente di aumentarne la velocità di riproduzione senza perdere in comprensione e risparmiare tempo. Quasi tutte le app per riprodurre audiolibri consentono di fare questa operazione e il procedimento per farlo è molto semplice, attraverso le opzioni di riproduzione. Utilizzando questa tecnica risparmierai fino alla metà del tempo e abituerai il cervello a raccogliere informazioni cruciali a una velocità superiore alla media.

 

  1. Scegli di avere fiducia in qualcosa di più grande di te. Come diceva Walt Disney “se puoi sognarlo, puoi farlo”. E in effetti se non credi nei tuoi sogni, le probabilità che si verifichino sono scarse. Crederci, al contrario, non è garanzia che questi si avverino: per questo a volte credere è così difficile. Non c’è garanzia. Bisogna unire fede e lavoro. Sogna, poi svegliati e datti da fare: se non ti impegni tu per i tuoi sogni, non lo farà nessun altro.

 

  1. Dedica del tempo a meditare su ciò che hai di bello nella tua vita. La gratitudine è la cura per tutti i problemi del mondo. Quando pratichi la gratitudine, il tuo mondo cambia. Non esiste una realtà oggettiva. Tutte le persone percepiscono la realtà mentre si occupano selettivamente di cose che sono significative per loro. Proprio per questo alcune persone notano facilmente le cose buone e altre persone non le notano affatto. Se tu sei tra quelle persone che non riesce ancora a notare le cose buone inizia con poco e fallo ogni giorno. Rivolgi la tua attenzione verso ciò che hai, ciò che hai a disposizione e pensa a tutto ciò che puoi fare con ciò che hai. Concentrati su questo. Ogni giorno. Con il tempo scoprirai che ci sono opportunità e possibilità illimitate per te. Le persone sono magneti: quando sei grato per ciò che hai, attirerai più cose positive e buone.

Migliora la percezione del tuo status finanziario

By | Risorse gratuite

Una delle ragioni più frequenti di insoddisfazione nella vita è legata alla percezione del proprio status finanziario. Molte persone sono imprigionate in quella che è stata descritta dai principali autori di libri di personal finance come la corsa del topo o la ruota del criceto. Questa percezione è intimamente connessa con il modo in cui vivono la propria felicità: proiettata nel futuro.

Questo influisce sulla percezione della felicità. Già, perché la felicità non è un luogo, una meta. Non è nemmeno un obiettivo o uno scopo. La felicità in pratica non esiste, non si tocca: si sente e basta. La felicità c’è già, è qui, è nella vita di ciascuno: bisogna solo sintonizzarsi sulla frequenza giusta per percepirla. E non è legata alle cose hai: la felicità non è una cosa. È nel modo in cui scegli di vivere la tua vita.

Mi spiego meglio: quando sei chiuso all’interno della ruota non hai modo di vedere quello che ti circonda, ciò che hai già, ciò che possiedi. Lo sguardo è rivolto al futuro e ignora totalmente il presente. Quando ciò accade, la percezione è falsata. Ciò che si ha appare sempre poco e per avere di più si spendono soldi che non si hanno. Per avere quei soldi si corre sempre più forte sulla ruota, senza andare da nessuna parte, senza fine.

Come puoi fare quindi a migliorare la percezione del tuo status finanziario? Vediamolo insieme in tre semplici modi:

  1. Vivi al di sotto dei tuoi mezzi. È una indicazione di buon senso: spendi meno di quanto guadagni. Tutti i grandi imprenditori sono attenti ai loro soldi, a come li spendono e soprattutto a come li investono. Il denaro è un mezzo, non un fine. Impara a farlo lavorare per te. Ma prima di tutto impara a spenderlo bene.
  2. Investi su te stesso. Da un report della Banca d’Italia del 2018 è emerso che “le competenze finanziarie degli adulti in Italia sono molto basse nel confronto internazionale, soprattutto per ciò che attiene alla conoscenza dei concetti finanziari di base e alla adozione di comportamenti adeguati nella gestione delle risorse”. Investi sulle tue competenze prima di tutto. Esistono molti libri, molti corsi di educazione finanziaria che, come molte altre materie, non viene insegnata a scuola. Quindi tocca a te agire e imparare come fare a ottenere il massimo dai tuoi soldi.
  3. Spendi solo per ciò che vale. E nella maggior parte dei casi, non si tratta di cose. Spendi per esperienze ed emozioni, conoscenza e divertimento. È l’unico modo che esista di spendere soldi e sentirsi più ricchi.

7 abitudini per moltiplicare la tua capacità di produrre risultati

By | In evidenza

Nel 2018 ho realizzato un e-book (Come gestire le difficoltà) che molti hanno trovato utile e interessante. Se mi segui probabilmente lo avrai visto pubblicato sulla mia pagina Facebook o sul profilo LinkedIn. Se non lo hai ancora letto, ti consiglio di farlo perché contiene molte strategie e indicazioni utili su come gestire le difficoltà della vita.

In questo post oggi voglio proporti un passo in più. Anzi 7.

7 comportamenti che se trasformerai in 7 abitudini moltiplicheranno la tua capacità di produrre risultati. Sono attività comuni che solo le persone straordinarie mettono in pratica, con l’intenzione di moltiplicare la propria efficacia. Scopriamole insieme:

  1. Preparati ad agire. Nella vita non ci si sente mai completamente pronti prima di fare qualcosa. Il segreto è prepararsi sempre, studiare, crescere e migliorare e ciclicamente agire. Metti in pratica ciò che hai studiato, testa le tue abilità e apprendi dagli errori. Poi riflettici sopra, preparati e agisci.
  2. Cerca la motivazione dentro di te. Qualunque tipo di motivazione esterna è debole e fragile. Devi sentire dentro di te la necessità di fare, di intraprendere un progetto. Se lo fai – solo – per denaro, fama o qualunque altra cosa al di fuori di te esaurirai rapidamente le energie che ti sostengono.
  3. Stabilisci cosa puoi controllare. Una volta che hai definito cosa è sotto il tuo controllo, cosa è sotto la tua influenza e cosa è fuori da tutto ciò, hai l’esatta misura delle tue preoccupazioni e puoi stabilire come procedere. In questo modo puoi agire sulla base dell’istinto, non sotto l’impulso del momento.
  4. Sii fedele a te stesso. Se mi segui ricorderai che di questo te ne ho parlato anche durante una diretta sulla mia pagina Facebook [Non venderti, non farti comprare]. Questo era il consiglio che mi dava sempre mia madre e credo sia uno splendido consiglio. Essere fedele a te stesso significa innanzitutto sapere chi sei e perché fai quello che fai. Significa che non agisci solo perché puoi e che quando lo fai, è perché lo vuoi, non perché devi.
  5. Competi solo con te stesso. Meglio ancora: punta sulla tua crescita e basta. Lascia che siano gli altri a porsi il problema di fare a gara con te, se proprio lo desiderano. Essere leader significa anche guidare, essere i primi a fare le cose, aprire la strada, essere al top. Non per stare davanti agli altri
    ma perché dall’alto la vista è migliore.
  6. Stabilisci cosa è il successo, per TE. Questa è una conseguenza del punto precedente. Una volta che ti sei liberato della gara con gli altri, sei pronto per stabilire qual è la tua idea di successo. Quali sono le cose che ti rendono felice, davvero? Una volta che hai ciò che ti rende felice, hai successo. E il bello
    è che sei tu che puoi determinare cos’è.
  7. Fidati di te stesso. Costruisci la tua fiducia, attraverso la congruenza, attraverso l’integrità. Il bello è che più sei capace di costruire e riporre fiducia in te stesso, più sarai in grado di suscitare questo sentimento negli altri. La fiducia è un processo, richiede tempo e attenzione costante.

Obiettivi Semplici per crescere ogni giorno

By | In evidenza

È da poco iniziato il nuovo anno e anche se ogni giorno è buono per prendere una risoluzione e agire, l’anno nuovo porta con sé una voglia rinnovata di fare. I giorni passati di freddo e pomeriggi in famiglia, offrono l’occasione per farsi venire qualche idea su come vuoi che vada l’anno che si è appena aperto.

Potresti scegliere di cambiare qualche abitudine o di aggiungerne qualcuna nuova che ti permetta di migliorare alcuni aspetti della tua vita che ancora non ti soddisfano a pieno. Potrebbe essere una routine lavorativa, un nuovo allenamento o un nuovo sport da sperimentare. Potrebbe essere l’iscrizione a un corso di crescita personale, un libro che desideri leggere o un podcast al quale vuoi abbonarti. Adesso è il momento giusto per capire cosa vuoi e scegliere cosa è meglio per te. Adesso è sempre il momento giusto, se lo vuoi.

Ti propongo qualche esempio di obiettivi semplici con i quali puoi confrontarti da subito per migliorare la tua vita e crescere mentre fai qualcosa di semplice e importante per te stesso:

Fai attività fisica
Se già lo fai, bene. L’obiettivo semplice in questo caso è quello di portare al centro l’attività fisica come aiuto per il corpo a mantenersi giovane e attivo. Se non ti diverti più come quando hai iniziato potresti scegliere di fare qualcosa di diverso, cambiare sport o luogo di allenamento. L’importante è che stabilisci un carico di lavoro e un programma adatto alle tue caratteristiche fisiche e che lo rispetti. Cascasse il mondo, il programma di allenamento avrà la precedenza su tutto. La lezione che ne puoi trarre va ben al di là dello sport.

Ascolta, leggi, scrivi
Si tratta di porti il semplice obiettivo di rendere produttivo il tempo per ciò che ti interessa: se vuoi crescere e imparare cose nuove, scegli di ottimizzare il tempo ascoltando podcast o audiolibri mentre sei in macchina o quando ti alleni. Meglio ancora: se utilizzi i mezzi pubblici o viaggi in treno o aereo, puoi sfruttare quel tempo per ascoltare qualcosa di interessante mentre ti avvantaggi con il lavoro o ti prepari per la riunione. Scegli di guardare un’ora in meno di televisione nel tempo libero e leggi un libro. Oppure potresti decidere di tenere un diario e scrivere i tuoi pensieri, annotando quello che hai imparato, quello che è importante e ciò di cui sei grato, giorno dopo giorno.

Pratica la gratitudine
Fra gli obiettivi semplici che hanno maggiore impatto nella tua vita, ci sono quelli di gratitudine. Si tratta di scegliere consapevolmente di voler mostrare gratitudine per ciò che sia ha: ringraziando una persona che ci ha aiutato oppure restituendo un favore ricevuto. O ancora impegnandosi in una consulenza gratuita per una persona che ha bisogno: non è necessario che sia un qualcosa di economicamente rilevante, può riguardare il tuo tempo, le tue competenze o l’apertura alla tua rete di contatti.

Dedica tempo di qualità ai tuoi figli
L’obiettivo che puoi porti in questo ambito è quello di trascorrere del tempo di qualità con i tuoi figli, in maniera diversa a seconda della loro età. Gioca, dedicagli del tempo esclusivo e cerca di tenere aperto un canale di comunicazione mettendoti sulla loro lunghezza d’onda: basta poco, purché sia un tempo totalmente dedicato a ciò che fai senza interruzioni, telefonate o altre distrazioni. Fai in modo di insegnar loro le cose più importanti che hai imparato e che sai ad allenarli a una prospettiva di crescita e miglioramento basata sulla soddisfazione e la coltivazione dei propri talenti.

3 modi per crescere attraverso le parole e le azioni dei migliori

By | In evidenza

02Ci sono tante parole che descrivono bene l’eccellenza. Chi alza i propri standard per migliorare la propria vita e crescere dovrebbe conoscere – e provare su di sé – più di un sinonimo di questo termine. Esclusivo, fantastico, meraviglioso, top sono tutte parole che possono descrivere bene la tua esperienza quando decidi di vivere a pieno – cioè come vuoi TU – la tua vita.

Io, tanti anni fa, ho scelto straordinario perché descrive al meglio il processo di crescita, quando si esce dall’ordinario, dalla media – dalla mediocrità – per puntare su sé stessi. Si aggiunge un piccolo extra all’ordinario e si alzano i propri standard, nella domanda e nell’offerta. Si chiede tanto perché si offre tanto e prima di chiedere di più si offre di più.

Per diventare una persona straordinaria è necessario scegliere abitudini straordinarie e farlo seguendo l’esempio dei migliori. Vediamo come tre persone straordinarie come Steve Jobs, Richard Branson e Warren Buffett possono aiutarci:

  1. “A quante persone hai detto no?” Quando Steve Jobs pronunciò questa frase intendeva un concetto molto preciso: devi sapere cosa vuoi. È molto facile infatti dire di no alle cattive idee o alle cattive proposte ma alle buone idee e alle proposte vantaggiose non è così facile rinunciare. L’unico modo per farlo è sapere cosa vuoi e a quel punto non saranno rinunce ma scelte.
  2. “Fanculo, facciamolo!” È un po’ il motto di Richard Branson. Si tratta di accettare il concetto che il fallimento è la base per il successo. Alla Virgin, incoraggiano e addirittura celebrano il fallimento. Se non si prova qualcosa di nuovo e non si fallisce, è praticamente impossibile innovare e crescere.
  3. “Stai con persone migliori di te.” Scegli soci il cui comportamento è migliore del tuo e prenderai quella direzione”. Warren Buffett conosce bene il potere del gruppo di pari e lo ha sfruttato a suo vantaggio per tutta la vita. Nella vita si possono scegliere circoli viziosi o circoli virtuosi – non è una questione morale, è una questione pratica – e se si scelgono i secondi, i risultati arrivano e si moltiplicano.

3 abitudini che possono renderti più efficace nel corso della giornata

By | In evidenza

Molte ricerche hanno ormai dimostrato che le abitudini che abbiamo influiscono sulla nostra vita in maniera determinante. Cosa significa questo? Significa che migliori sono le abitudini, migliori sono i risultati che otteniamo. Le abitudini alimentari sono un esempio molto evidente di questo. Si può scegliere di mangiare cibo spazzatura tutti i giorni, con la consapevolezza di tutte le patologie che i cibi ad alto contenuto di sale, zucchero e grassi comportano.

Non serve essere un medico per capire che è necessario tenersi lontani da ciò che fa del male anche se diventa molto difficile quando ciò che fa male nel medio-lungo periodo dà soddisfazione e appagamento nel breve. Per questo è importante quando si decide di cambiare il proprio regime alimentare, farlo con una persona qualificata. Allo stesso modo quando si decide di migliorare la propria vita può essere utile rivolgersi a un Coach, a un Counselor, uno psicoterapeuta o una persona di fiducia che abbia le competenze per individuare le migliori strategie di crescita.

Esistono comunque alcune attività che tutti possono svolgere per migliorare la propria giornata a partire dal benessere della propria mente. Sono attività semplici che, se ripetute giorno dopo giorno, possono dare ottimi risultati. L’idea di base è quella di restare concentrati sul presente, praticare la gratitudine e gestire la propria giornata. Vediamo insieme tre abitudini che possono renderti più efficace nel corso della giornata:

  1. Te l’ho detto molte altre volte e non smetterò di farlo finché non troverò una pratica ancora più efficace. La meditazione, soprattutto se fatta di mattina appena svegli ti può cambiare davvero l’approccio alla giornata e, con il tempo, alla vita stessa. Rendi la meditazione la tua ancora per uno stato aperto e propositivo, per accogliere tutti i problemi della giornata e gestirli nel modo migliore.
  2. Pratica la gratitudine. Se alla sera tieni un diario delle cose che ti sono successe durante la giornata per le quali sei grato, al mattino puoi andare oltre e fare una lista delle cose per le quali sei grato nella tua vita, in quel momento specifico. Potrebbe essere semplicemente anche solo la gratitudine per la casa in cui vivi, il letto in cui dormi o il tepore di una casa durante l’inverno. La semplicità delle cose scontate è una fonte inesauribile di gratitudine.
  3. Pianifica le attività: diamo un po’ di soddisfazione anche alla parte logica! Prenditi dieci o quindici minuti prima di iniziare a lavorare o ancora meglio prima ancora di uscire di casa per vedere l’agenda del giorno e immaginare cosa farai, come lo farai, il tuo stato d’animo. Se qualcosa non ti piace cambiala o cerca di delegarla; se non puoi guardala da un altro punto di vista e trova un motivo di gioia o di piacere per portarla a termine. Prepararti è il modo migliore per ottenere il risultato che desideri.

A piccoli passi verso il miglioramento

By | In evidenza

Ci sono abitudini quotidiane che ciascuno di noi può sviluppare per rendere più piena e ricca la propria esistenza. Non sono cambi epocali o stravolgimenti. Sono i piccoli passi quelli fanno la differenza. Con i piccoli passi si sostituiscono le cattive abitudini con nuove e più efficaci, si cresce e si migliora. All’inizio può sembrare una strada in salita ma arriva un momento in cui il nuovo sostituisce completamente il vecchio al punto che non si ricorda più cosa e come si faceva prima. Vuoi rimetterti in forma? Inizia con una passeggiata. Fai una serie di addominali. Vuoi leggere di più? Leggi una pagina al giorno e fallo tutti i giorni. Vuoi crescere? Fai qualcosa di nuovo: tutti i giorni (tutti tutti).

Alcuni dicono che per far diventare tutto questo una nuova abitudine servano 21 giorni, altri 45, altri ancora 66. Io sono certo che la motivazione sia determinante e la motivazione si nutre della linfa più importante: il tuo scopo. Per questo con il mio metodo di Coaching originale, il “One Hand Coaching”, parto sempre dallo scopo. Se vuoi saperne di più ti invito a leggere il mio libro “Prendi in mano la TUA felicità”: ne puoi scaricare un estratto cliccando qui. Oppure puoi partecipare al “Il Coaching secondo Claudio Belotti” e imparare dal vivo come funziona.

Se desideri creare una abitudine speciale per avere una vita appagante, puoi iniziare a sviluppare quel famoso menù di attività di cui ti ho parlato spesso: lo trovi nel nuovo e-book gratuito che puoi scaricare cliccando qui. E poi puoi iniziare a far attenzione a tre elementi che sicuramente fanno già parte della tua vita ma che tutti, prima o dopo, tendiamo a scordare o a mettere un po’ da parte:

1) Integrità. Conosci te stesso e impara a riconoscere cosa è importante, cosa vuoi davvero. In questo modo sarà più semplice lasciar andare tutto il resto. Le cose meno importanti, le cose che gli altri desiderano per te e quelle identità, quelle etichette, che ti trovi attaccate addosso.

2) Consapevolezza. Non procrastinare, non evitare i conflitti e non nascondere i problemi sotto il tappeto. Fai il primo passo con coraggio riconoscendo problemi e conflitti, affrontandoli in modo rapido e frontale invece di trascurarli.

3) Pazienza. Serve autocontrollo e calma. Devi sviluppare la consapevolezza che reagire sul momento, di pancia, non porta mai risultati positivi. Agisci in modo fermo, responsabile e razionale.

3 pratiche (più una) che possono aiutarti ad essere felice

By | In evidenza

Ci sono abitudini che possono migliorare la nostra vita. Sono quelle buone pratiche che ogni giorno contribuiscono a dare valore al nostro tempo, rendono più forti i legami e ci permettono di apprezzare maggiormente l’esistenza che conduciamo.

Sono pratiche semplici ma attuarle giorno dopo giorno non è facile e richiede impegno, dedizione e soprattutto volontà. La volontà di sfruttare a proprio vantaggio i benefici della felicità, della scelta della giusta mentalità e abituando letteralmente la propria mente a diventare più felice e più ottimista.

Vediamo allora con l’aiuto delle parole di grandi maestri quali sono queste tre pratiche (più una) che possono aiutarti ad essere felice:

Credo che la compassione – dice il Dalai Lama – sia una delle poche cose che possiamo praticare in grado di portare felicità immediata e a lungo termine. Il tipo di felicità che ti rimane addosso per il resto della tua vita, proprio come un’illuminazione”. E da questo punto possiamo partire (e ripartire) ogni giorno tutti quanti. Abituati ad essere compassionevole, è la cosa migliore che tu possa fare.

Il segreto della felicità terrena – scrive il maestro Kriyananda – è fluire con grazia insieme al cambiamento. Lascia che ogni cosa vada e venga liberamente. Tutto passa: le persone, gli eventi, il tempo la vita stessa. Impara ad accettare gioiosamente ogni nuova esperienza”. Accetta ogni esperienza e cercane una ogni volta che puoi. L’esperienza è tutto ed è anche l’unica cosa che possa comprare il denaro che ti lascerà qualcosa di duraturo e profondo. Se hai dubbi su come spendere il denaro, compra esperienze.

Scrive Lao Tze: “I legami più profondi non sono fatti né di corde, né di nodi, eppure nessuno li scioglie”. Ecco, l’amicizia è quel tipo di legame. Coltivala. Non serve avere 5000 amici, ne bastano una manciata. Quelli che puoi contare sulle dita di una mano e che desiderano quanto te tenere vivo questo sentimento. Avere buoni amici è una delle forme più alte di felicità.

Infine, la pratica più importante. “Tieni chi ami vicino a te – scrive Gabriel Garcia Marquez – digli quanto bisogno hai di loro, amali e trattali bene, trova il tempo per dirgli “mi spiace”, “perdonami”, “per favore”, “grazie” e tutte le parole d’amore che conosci”. Trova il tempo per dire grazie. E non solo alle persone che ami. Trova il tempo per far posto alla gratitudine nella tua vita. Sii grato al tuo corpo, quando ti sostiene e quando si ammala. Sii grato per ciò che hai e per chi sei. Nulla è scontato. Sii grato, ogni giorno.

Oggi hai già pensato per che cosa sei grato?