We can be Heroes

Valorizzare i talenti in azienda

Siamo vicini ormai alla fine dell’anno: è tempo di pensare ai buoni propositi per il nuovo anno… non solo in termini di Obiettivi! ma anche in termini di buone pratiche. 

Può sembrare scontato che uno dei modi migliori per preservare il talento e le competenze all’interno dell’azienda sia quello di trattare bene le persone. Purtroppo, non è così: per molte aziende la creazione di un rapporto umano, oltre quello lavorativo, è uno scoglio insuperabile.

Le aziende, invece, dovrebbero iniziare a progettare una strategia intelligente che attiri le persone e invogli tanto i collaboratori attuali quanto quelli potenziali con azioni organizzate e a più livelli per essere realmente competitive quando si parla di offerta di lavoro.

Per farlo ci sono tre aspetti generali che sui quali bisogna intervenire:

Le prospettive: la scelta di lavorare in una azienda, nella tua azienda, quali prospettive offre? Che tipo di crescita è possibile? Non si tratta di una questione economica qui. La possibilità di essere pagati di più e meglio, a fronte di maggiori responsabilità, è certamente importante come lo è sapere in modo chiaro quali sono i valori dell’azienda, qual è la missione dell’azienda, qual è lo scopo del lavoro che andrà a fare il collaboratore. 

Il supporto: la scelta di lavorare per la tua azienda o di rimanere a lavorare dovrebbe prevedere la possibilità di valutare tra i pro e i contro dei benefit unici. Anche qui, non si tratta solo ed esclusivamente di denaro. Possono essere elementi di flessibilità di gestione del proprio lavoro, possono essere aperture alla gestione dell’azienda, benefit specifici (dall’asilo aziendale all’assicurazione sanitaria). Far sentire che l’azienda è vicina può essere l’arma vincente nella fidelizzazione.

La presenza: il modo migliore per tenere le persone, l’ho accennato prima, è trattarle bene, con rispetto, in modo umano. È fondamentale che la tua impresa non dia ai collaboratori motivi per andarsene: assicurati che si sentano ascoltati e apprezzati. Il collaboratore, infatti, è come un cliente che va conquistato ogni giorno: impara a narrare i vantaggi di far parte della tua organizzazione (sostenendo la narrazione con azioni effettive).

Cosa fai nella tua azienda per tenere con te i collaboratori migliori e valorizzarli?

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email