was successfully added to your cart.

Uno stato funzionale.

By 31 Maggio 2018Senza categoria

Mi è capitato più volte di parlare soprattutto durante i corsi di PNL dell’importanza di quella che in programmazione neurolinguistica chiamiamo Fisiologia e che rappresenta sostanzialmente lo stato fisico del nostro corpo.

In PNL si pone grande attenzione allo stato psico-fisico generale perché alla base della teoria della PNL c’è il concetto di esperienza soggettiva. L’esperienza soggettiva è mediata da ciò che usiamo per interpretare la realtà, cioè il nostro corpo, attraverso i sensi e gli organi preposti.

Quando siamo in uno stato poco piacevole, questo influisce sulla nostra percezione e si fonde con l’esperienza che stiamo vivendo, dando al ricordo associato un filtro più o meno negativo. Quindi in Programmazione Neurolinguistica lavoriamo sullo stato affinché esso sia potenziante rispetto alla nostra esperienza.

Uno dei fattori più spesso sottovalutati e allo stesso tempo più importanti nel mantenimento di un adeguato stato fisico è l’idratazione del corpo. Una conferma di questo ci viene anche da una ricerca pubblicata sulla rivista Frontiers che ci dice una cosa importante: il livello di idratazione del corpo può influire anche sulle facoltà mentali e sulla velocità di reazione.

Fermo restando che la quantità di acqua che introduciamo nel nostro corpo nella maggior parte dei casi è insufficiente per una corretta idratazione, è opportuno rivolgersi al proprio medico e valutare se esistono controindicazioni nel caso specifico legate a patologie o a carenze croniche. Per chi è in buona salute, bere è molto utile e la quantità di acqua di cui si necessita è sempre proporzionale alle proprie caratteristiche fisiche.

Bevendo acqua dunque aiutiamo la nostra fisiologia a funzionare al meglio, a mantenere i tessuti tonici e idratati, a contribuire al buon funzionamento del sistema immunitario e a liberarci dalle tossine prodotte dagli organi: il nostro corpo infatti possiede in sé già tutte le funzioni detox che gli servono. Il fegato e i reni sono i principali attori di questa funzione disintossicante e se aiutati a funzionare correttamente da una alimentazione bilanciata e da un corretto apporto di acqua non necessitano di nessun altro rimedio più o meno invasivo.