Trasformare le persone per trasformare le aziende

By 23 Giugno 2019Blog

Sul lavoro oggi sono sempre più importanti le soft skill. Lo sostengono tutte le più importanti ricerche ed è anche la direzione che sembra indicarci la strada dell’automazione: il lavoro svolto da macchine, robot e computer, lascerà spazi enormi per la valorizzazione delle qualità umane e delle competenze umanistiche. Soprattutto i leader, in questo senso, hanno una grande responsabilità: con il loro comportamento possono aiutare davvero le persone ad essere più felici sul luogo di lavoro e ottenere migliori risultati grazie ad abilità da Coach.

Già oggi una ricerca realizzata dall’Università di Warwick in Gran Bretagna ha decretato che chi è felice sul posto di lavoro è il 12% più produttivo. Allo stesso modo il famoso autore statunitense Shawn Achor ha stabilito che l’impatto della felicità in ambito lavorativo rende le aziende fino al 31% più produttive, le vendite migliorano del 37% e il margine di errore migliora del 19%. Per ottenere questo risultato in modo rapido ed efficace è necessario portare in azienda buone pratiche di Coaching.

Quando un imprenditore, un manager o un professionista hanno la necessità di massimizzare i risultati – i propri e quelli dei propri collaboratori – possono fare due cose: aumentare l’impegno sul lavoro, con sacrifici e grande fatica, o acquisire gli strumenti migliori per fare di più, con meno sforzo.

Ottimizzare il lavoro, aumentare la produttività: se pensi che sia tutta una questione di gestione del tempo, stai sottovalutando il problema. Il tempo non si gestisce: si gestiscono le energie. Le tue e dei tuoi dipendenti. E non sto parlando solo delle energie fisiche; anche e soprattutto di quelle mentali.

In questo post voglio darti alcuni consigli per applicare un metodo di Coaching semplice sin da subito e sperimentare in modo rapido quali possono essere i risultati che puoi ottenere, attraverso un approccio da Coach:

  • In fase di inserimento di una nuova persona in azienda, utilizza l’opportunità dei colloqui e della formazione per conoscerne meglio valori, convinzioni e scopo.
  • Tieniti aggiornato via mail o via telefono, in maniera costante. Non serve organizzare una famigerata riunione settimanale, se il lavoro viene seguito e gli obiettivi aggiornati con costanza. Fai sentire la tua presenza come leader: guida e consiglia i tuoi collaboratori e metti bene in chiaro cosa vuoi da loro.
  • Programma delle revisioni semestrali. Audit, riunioni (con un preciso ordine del giorno che non include “varie ed eventuali) e conference call utilizzati come strumento per pensare in modo strategico al futuro. Questi strumenti servono a rendere più attivo il team e più responsabilizzato, oltre a ricordargli qual è la rotta da seguire.

Infine ricorda un aspetto fondamentale che ogni leader deve aver ben chiaro in mente: trasformare gli individui trasforma le organizzazioni. Allena le persone a liberare il proprio potenziale di trasformazione e trasformerai la tua attività e la tua azienda in modo straordinario.