Ritrovare il gusto.

By 31 Maggio 2018Senza categoria

In Italia il caffè ha una tradizione di lunga data e ognuno di noi ha la sue preferenze, il suo modo specifico di berlo, magari di assaporarlo, godendo del profumo e dell’aroma, la sensazione vellutata della schiuma, il calore del caffè stesso e della tazzina e quando lo bevi nel tuo bar preferito che lo fa con la macchina giusta servito dal barista giusto, il caffè espresso diventa una esperienza straordinaria.

In molti pensano che il miglior modo di consumarlo sia appena svegli per darsi una scossa e la carica. Nella realtà dei fatti possiamo fare di meglio, per dare la sveglia al nostro corpo dopo il sonno. Infatti il caffè è anche una bevanda molto acida e bevuto a stomaco vuoto può accentuare problemi gastrointestinali già presenti. Inoltre l’eccitazione fornita dalla caffeina appena svegli può essere causa di ansia e agitazione.

Io ho messo in pratica tre utili alternative (più una) per sostituire la carica del caffè appena sveglio con altrettante alternative e rinviare l’orario del primo caffè di qualche ora:

1-  Attività fisica: può essere difficile soprattutto in inverno pensare di alzarsi dal tepore del letto e uscire a fare attività fisica. Non è necessario: per svegliare il proprio corpo si può fare esercizio in casa ed è più che sufficiente. Stretching o esercizi a terra, magari qualche salto di corda o la cyclette. D’estate una bella corsa nel fresco della mattina. Alcune ricerche e studi hanno dimostrato che una intensa attività fisica appena svegli stimola il corpo alla produzione di energia sufficiente per l’interna giornata.

2-  Una colazione salutare: thè, fette biscottate o alimenti a base di cereali integrali ma anche proteine come quelle delle uova. L’apporto calorico certamente deve essere commisurato alla propria attività e bisogna stare attenti a non eccedere né con gli zuccheri né con i grassi.

3-  Estratto di frutta: soprattutto se non abbiamo il tempo di mangiare frutta intera o non ne amiamo la consistenza, è possibile integrare la normale colazione con un succo fatto in casa; esistono molte guide anche online per mettere insieme la frutta più utile a fornirci i nutrienti dei quali abbiamo bisogno, ricordando un aspetto importante: la frutta contiene alti contenuti di zuccheri che possono essere elaborati correttamente dal corpo solo in presenza della fibra: scegliere il giusto estrattore diventa quindi un aspetto molto importante.

Infine un consiglio molto personale: riposa. Il miglior modo per ridurre la necessità di caffeina è proprio svegliarsi rilassati e riposati dopo una soddisfacente dormita. Ed è anche un ottimo modo per tenere in forma il proprio cervello e sgomberare la propria mente.

Torniamo quindi a godere del caffè come un piacere e non come uno stimolante per ingannare il nostro corpo con una scarica di caffeina che lo agita e lo consuma dal punto di vista nervoso. Più in generale questo è un consiglio valido per ogni attività che svolgiamo nella vita: tutto ciò che facciamo senza gioia, senza piacere, senza un godimento è una occasione sprecata. Se proprio non possiamo farne a meno, almeno ritroviamo il gusto di farlo con gioia.