Il blog di Claudio

Rendi sostenibile la formazione nella tua azienda

Inserire nuove persone all’interno dell’azienda richiede sempre uno sforzo notevole. Bisogna programmare il lavoro di formazione, considerare di destinare una risorsa interamente a questo compito oppure affidare la nuova risorsa a più persone che saranno sottratte – del tutto o in parte – al proprio lavoro. Questo può incidere sulla produttività e può diventare un boomerang se alla fine del percorso di formazione la persona decide di lasciare l’azienda.

Per questa ragione è importante imparare a dedicare il giusto tempo e le risorse necessarie alla formazione di chi entra in azienda per la prima volta. E non solo: serve un metodo. La formazione è una delle attività strategiche che ogni azienda ha a disposizione per migliorare. In particolare, la formazione interna riveste un ruolo chiave per il trasferimento del know how, uno dei cosiddetti intangible asset che rendono ricche le aziende.

Per organizzare in modo efficace un processo di formazione è necessario che abbia almeno 3 caratteristiche:

  1. Che sia documentato. Attraverso il supporto di manuali, ebook, ma anche presentazioni, screenshot, video-tutorial. Tutto ciò che è “registrato” rende facilmente trasferibili le informazioni – almeno quelle più importanti – e permette all’azienda di portare rapidamente un neo-assunto da zero a un livello di competenza minimo sufficiente per potersi inserire nel processo produttivo dell’azienda.
  2. Che preveda dei feedback. Incorporare nel processo di formazione dei momenti di verifica, controllo e affinamento è molto utile. Spesso capita che una persona appena entrata venga lasciata un po’ a sé stessa perché tutti sono presi dalle proprie attività e nessuno ha tempo da dedicare ai novellini. Si tratta di uno spreco di tempo: a volte basta una semplice correzione o viceversa l’apprezzamento per come l’attività è stata svolta.
  3. Che incentivi le domande. I nuovi arrivati sono sempre pieni di dubbi e spesso si pongono domande. In tanti casi capita che queste domande non le pongano ad altri fuorché a sé stessi. Fai sapere subito che il tuo ambiente di lavoro incentiva le domande e apprezza la curiosità, ripete a chi non ha capito, chiarisce i punti più oscuri.

Nella tua azienda come è organizzata la formazione? Cosa puoi migliorare?

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email