Promemoria per un anno felice

By 28 Gennaio 2014Riflessioni

Come ogni inizio anno, anche questo gennaio abbiamo fatto il workshop “Obiettivi!”. Lo facciamo a settembre,  poi lo ripetiamo a gennaio. Per noi, infatti, è come se fossero due inizio anno.

In entrambi le edizioni di Milano e Roma abbiamo avuto, come sempre, tante belle persone. In Extraordinary siamo felici e fieri di avere  aule piene di persone che stanno bene e vogliono stare meglio. È per noi un onore e un’occasione di crescita in quanto tutti i nostri clienti portano ricchezza nei corsi.

Nei giorni passati, è partita anche una  tournée di serate gratuite che terminerà il 15 febbraio con la tappa di Rimini. Mi piacerebbe poter raggiungere tutta l’Italia ma alcune zone, per motivi logistici e di tempo, sono ancora lontane per me.

Per questa ragione vorrei condividere qui alcuni spunti nati in aula in questi giorni. Sono riflessioni, cose da tenere a mente se vuoi avere un 2014 più felice e ricco di soddisfazioni.

Mi sono segnato 10 cose, modi per dare una direzione più chiara ed efficace alla tua vita, eccole:

  1. Chiarisci cosa vuoi e perché è importante per te ottenerlo. È un concetto scontato, già sentito ma troppo spesso dimenticato. Se non dai un indirizzo al tuo navigatore, non potrà indicarti la strada. Definisci cosa vuoi e i motivi per i quali vuoi quello che vuoi, da cui deriva la motiv-azione. Puoi definire una visione globale per l’anno oppure obiettivi specifici anche piccoli. Decidi tu, l’importante è prendere una direzione e farlo immediatamente.
  2. Prendi impegni con te stesso che sai di poter mantenere. Inizia a piccoli passi. Come dicono gli esperti nella rubrica del quotidiano “the Guardian”, riportato anche dal Corriere delle Sera, chi inizia da piccole cose può cambiare tutto. Meglio fare qualcosa, anche se piccola, piuttosto che definire grandi progetti che rimangono solo tali. Se non hai mai fatto movimento inizia con brevi passeggiate, la maratona arriverà. Se cerchi di iniziare con cose grosse, potresti fare troppa fatica e rinunciare.
  3. Focalizzati e pensa a cosa vuoi e perché lo vuoi, il come arriverà. Lo dicono i testi sacri di tutte le religioni e i filosofi di tutti i tempi. Il “cosa” e il “perché” sono molto più importanti del come. Se sai qualcosa di PNL, sai che la tua mente ragionerà in modo diverso se ti concentri sul “cosa” e il “perché”. Se pensi al “come” sarai poco motivato e soprattutto prigioniero di una sola strada per arrivare a destinazione. Focalizzati su poche cose. “Meglio poco ma meglio” dice un vecchio adagio, se metti sulla brace troppe bistecche potresti bruciarne qualcuna.
  4. Ricorda che il tuo passato non prova nulla. Se hai già tentato e non ci sei riuscito non significa che non sei in grado. Il non aver raggiunto l’obiettivo non dice nulla sulle tue capacità. Dice solo che non ha funzionato. Sbagliando si impara, se hai sbagliato assicurati di aver imparato e riprovaci in modo diverso.
  5. Fatti aiutare. Lo so, sei in grado di fare tutto quello che vuoi anche da solo, ma perché far più fatica di quello che serve. Ci sono esperti, risorse, libri, corsi, audiocorsi, amici… Le risorse sono ovunque, usale! I migliori hanno sempre qualcuno che li aiuta. I più grandi atleti della storia si sono sempre affidati a un allenatore.
  6. Elimina (o almeno riduci più che puoi) le negatività. I giornali ne sono pieni, gli amici e parenti diranno che sei pazzo. Se ridi troppo sembrerai stupido, se sogni un illuso… ma tu lascia che dicano e non ascoltarli. Se segui la pagina di Extraordinary su Facebook conosci alcuni degli esempi storici che abbiamo postato, di persone che non hanno ascoltato i negativi e hanno avuto successo. Sbaglierai è ovvio, ma fai i tuoi sbagli e non quelli dettati da altri, altrimenti non imparerai.
  7. Apriti al mondo. Apri la mente e il cuore alla possibilità che la vita ti porti occasioni e risultati ancora più grandi di quelli a cui pensi. Sto scrivendo questo articolo in aereo. Sono in viaggio per qualcosa a cui non avevo mai immaginato ma che, grazie a una serie di cose e alla “fortuna”, è arrivata nella mia vita. Quella fortuna che Einstein definì: “l’occasione che incontra la preparazione”.
  8. Lascia andare. Per avere quello che vuoi, probabilmente, devi lasciare andare altro. Devi fare spazio. Dovrai rinunciare a sicurezze, amicizie, abitudini, convinzioni, storie del passato… Fai spazio eliminando quello che pesa e ti limita. Fai ordine, butta via.
  9. Prenditi cura di te stesso. La settimana scorsa, in questo blog, ho parlato di essere “egoista”. Fai sempre del bene ma non fare il martire, non serve. Se ti autodistruggi non potrai più fare del bene.
  10. Fermati di tanto in tanto. Fermati e rifletti. Fermati e medita. Se corri sempre potresti sbagliare strada senza accorgerti, oppure potresti non voler più percorre quella strada o voler quell’obiettivo. Inoltre ricordati di fermarti per festeggiare i tuoi miglioramenti e i tuoi successi. Che senso ha ottenere quello che vuoi se poi non ti prendi il tempo di goderne?

Come vedi, sono 10 riflessioni semplici e pratiche. Io sono fatto così.

Spero ti siano utili, se eri in una delle giornate, sono un promemoria, se non sei potuto essere dei nostri sono una buona check list per vivere quest’anno al meglio e crescere verso “la vita come TU la vuoi”.

Claudio

 

 

 

 

 

EGO
Next Post
Extraordinary

Author Extraordinary

More posts by Extraordinary