Persone tossiche.

By 31 Maggio 2018Senza categoria

E’ capitato a tutti nel corso della propria vita lavorativa di avere a che fare con persone tossiche, quel tipo di persone votate al sabotaggio di ogni iniziativa, quelle persone che hanno un approccio alla vita pesante e inutilmente complesso.

Quando ciò accade puoi fare alcune cose e di fronte a te hai una sola certezza: quelle persone non puoi cambiarle, a meno che non lo vogliano. Quindi agisci su te stesso, poni il tuo focus al servizio della risoluzione del problema per la parte che è sotto il tuo controllo.

Fai come Bruce Lee: sii acqua.

E questo il consiglio ha un duplice valore: scivola attorno agli ostacoli senza fermarti e allo stesso tempo il tuo modo di fare, il tuo esempio, riuscirà a scalfire e modellare anche la roccia più dura.

Puoi mettere in pratica tre strategie (più una) per gestire al meglio la situazione:

1 Qual è il vostro rapporto lavorativo? Se la persona tossica è un tuo superiore, concentrati sul rapporto e fai in modo di essere il suo coach, molto probabilmente questa persona ha bisogno di essere ascoltata e compresa e anche se ciò non rientra fra i tuoi compiti, puoi fare in modo di migliorare il vostro rapporto. Se la persona tossica è un tuo collega o un collaboratore, concentrati sui feedback e quindi sul modo che hai di comunicare: puoi pensare di modificare il tuo modo di interagire per migliorare il vostro rapporto? Se sì, fallo. Se no, pensaci di nuovo.

2 Impara a essere comprensivo. Se hai degli standard alti – ed è una buona cosa – potresti incontrare sul luogo di lavoro persone che non hanno lo stesso livello o si confrontano su standard differenti. Esercitati a immaginare perché le persone fanno quello che fanno (e se conosci le Dinamiche a spirale sei facilitato in questo) e individua l’intenzione positiva che muove il comportamento. Questo non cambierà il comportamento della persona ma renderà migliore la vostra relazione.

3 Gioisci del raggiungimento dei piccoli traguardi. Sia che tu sia il capo o un collaboratore, prenditi sempre il tempo di celebrare i tuoi traguardi e quelli altrui. A volte l’ostilità di alcune persone è dettata dall’incapacità di percepire i piccoli progressi e la loro importanza nel raggiungimento dell’obiettivo finale.

Infine ricorda una cosa: le persone dedite al sabotaggio, sono vittime del loro stesso comportamento. Come ti ho detto in una delle più recenti dirette che tengo ogni martedì alle 21 su Facebook: non puoi mandare all’inferno chi ci sta già.