was successfully added to your cart.

Pari e impari.

By 31 Maggio 2018Senza categoria

Nella vita privata come sul lavoro è importante scegliere bene quali persone frequentare. E’ importante anche e soprattutto perché, a livelli differenti, le persone che frequentiamo influiscono su di noi. Ciò vale tanto in negativo quanto in positivo: se, purtroppo, da un lato siamo condizionati da comportamenti inadeguati allo stesso modo la frequentazione di persone con un atteggiamento positivo, ci ispira.

Noi siamo le nostre abitudini e qualche volta siamo anche quelle degli altri!

Scegliere e decidere di costruire il proprio gruppo di pari è una necessità, per innalzare la propria qualità di vita e avere sempre uno standard elevato di riferimento. Ma come fare? E’ molto semplice:

Le persone migliori attraggono le persone migliori.

Quindi il primo passo è agire e lavorare su se stessi per migliorare e diventare il tipo di persona con la quale vorremmo passare il tempo libero o con la quale vorremmo lavorare. Cambiare un comportamento, come dice Robert Dilts, è molto difficile, soprattutto quando funziona! E ciascuno di noi è bravissimo a creare comportamenti che si trasformano in abitudini perfettamente funzionanti. Ma sono anche funzionali a ciò che desideriamo?

Se desideriamo crescere e migliorare, l’unica abitudine funzionale è l’abitudine al cambiamento.

Quindi ho tre consigli (più uno) per te che desideri attrarre le persone migliori nella tua vita:

  1. Diventalo! Se desideri trascorrere più tempo con persone che hanno un atteggiamento positivo, modifica il tuo: alle persone positive non piace lamentarsi o trascorrere il tempo con persone che si lamentano; se lo stai facendo, smetti subito e inizia a guardare a ciò che hai e a come utilizzarlo.
  2. Porta valore. Prima di chiederlo agli altri, portalo tu: è la cosa migliore che puoi fare, per due ragioni. La prima ragione è che portare valore, informazione, interesse e attenzioni ti farà percepire come la persona che desideri essere e la seconda ragione risponde al principio di reciprocità del quale parla anche Robert Cialdini: se, in modo disinteressato, offri il tuo aiuto, metti a disposizione il tuo impegno e la tua cura incontrerai più facilmente persone desiderose di fare lo stesso con te.
  3. Identifica il tuo scopo e comunicalo. Dal momento che di attrazione si parla, possiamo dire che niente è più attraente di una persona che sa cosa vuole, qual è il proprio scopo nella vita e che sa come comunicarlo agli altri. Avere uno scopo, una direzione ed essere in grado di comunicarla momento per momento è fonte di grande ispirazione e tutti dovremmo aspirare a ispirare.

Infine l’ultimo consiglio che ritengo importante darti è questo: coltiva i tuoi talenti. Le persone che coltivano i propri talenti diventano dei magneti potentissimi capaci di attrarre le persone migliori nella propria vita perché riassumono in sé tutti i punti precedenti: chi lavora su se stesso per accrescere i propri talenti si apre con naturalezza alla condivisione perché sa che il proprio percorso è un processo di crescita costante e ciò che ha appreso oggi è solo la base per ciò che imparerà domani e lo comunica agli altri con la gioia di condividere ciò che si ama. E chi fa le cose con amore, ha in sé lo scopo più bello che ci sia.