Normale

By 8 Ottobre 2013Riflessioni

Non accontentarti di essere normale. La normalità è sbilanciata verso il basso, non dovrebbe accontentare nessuno.

Smetti di essere nella norma, la media non serve a nulla. Ormai persino gli studiosi delle più importanti Università (uno tra tutti Shawn Achor) lo dicono.

Se sei nella media, non vivi la tua vita, non sei mai veramente felice, sei solo uno dei tanti. Nella media non hai mai picchi, non hai momenti magici, non sei tu, sei un “qualcuno” come altri.

La normalità non basta più, la crisi ci obbliga a essere stra-ordinari. Per straordinari non intendo superiori, egocentrici, asociali, intendo dire essere se stessi.

I titoli dei miei libri hanno “Tu/Tua” evidenziato perché penso la “Tua” vita e felicità dovrebbero contare più di ogni altra cosa per te. Certo, il cuore e l’educazione ti dicono di prenderti cura degli altri, concordo. Mi chiedo anche, come fai a rendere felici gli altri se tu non lo sei?

Come puoi dare un prodotto e/o un servizio eccezionale ai tuoi clienti senza fare eccezioni? Cioè stando nella norma?

Abbiamo passato da poco 4 giorni al nostro seminario Extraordinary Me con un piccolo gruppo di persone speciali in un posto davvero straordinario. È un posto stupendo che rende il nostro lavoro, unico e irripetibile. La cosa che lo rende quello che è non è il luogo ma il modo di ospitarti dei padroni di casa e del loro staff. Se fosse normale i nostri 4 giorni non sarebbero entrati nei nostri cuori.

La maggior parte delle aziende vuole accontentare il cliente. Lo stesso fanno i mariti con le mogli, le maestre con gli allievi… tutti vogliono accontentare. E se invece iniziassimo a super soddisfare? Se incominciassi tu, da piccole cose a essere unico (come di fatto sei) e irripetibile?

Non serve fare nulla di strepitoso e nemmeno di costoso. A volte basta un sorriso, un post it con un bel messaggio, una telefonata sincera… (Come dico nel mio audiolibro tanto preso in giro da Albertino & Co. su Radio DJ).

Puoi essere normale, oppure puoi essere ricordato. La differenza è enorme, i comportamenti per fare questa differenza poco diversi tra loro. È solo quel piccolo extra.

Non essere nella norma. Il mondo vuole originali. Ricorda “diverso è sempre meglio di uguale”.

Diverso significa che sei tu, sei l’originale. Forse non piacerai a tutti ma sicuramente, piacerai a te stesso e a chi sa apprezzarti.

Siamo in crisi: economica, finanziaria, politica, sociale… di tutto. Servono leader ovunque, non solo nei palazzi del potere. Servono persone che hanno il coraggio di essere chi sono e con il loro esempio, danno coraggio agli altri.

Il gregge segue il gregge. Questi “pecoroni” non si accorgono che stanno creando una vita che non vogliono. Seguirli non aiuta nessuno, nemmeno loro. Forse non capiranno, non è un tuo problema.

Questa è la tua occasione, puoi prenderla o lasciarla lì.

Puoi sempre essere normale, alcuni dicono che non sia così male. Io sono convinto che sia davvero una brutta cosa.

Questa è la tua occasione.

Questo è il momento di aiutare il mondo a migliorare. Basta poco. Basta fare qualcosa di diverso, di bello. Basta essere più educati, più gentili, più sorridenti, più disponibili. Basta cercare soluzioni invece di parlare dei problemi. Basta dire quello che pensi invece di essere sempre politicamente corretto. Basta essere corretti invece di cercare di essere furbi.

Basta amare, impegnarsi, offrirsi. Basta credere che sia possibile e basta fare qualcosa per farlo accadere.

Abbiamo ancora la nostra occasione di essere speciali, di essere unici, di essere noi stessi.

Coglila.

Claudio

 

PS sulla nostra pagina Facebook continua la nostra “campagna Think Different”, vieni a visitarla troverai ispirazione da grandi donne e uomini che hanno pensato con la loro testa.