La passione è la fiamma che illumina la felicità

By 26 Settembre 2019Blog

Su cosa stai modellando la tua felicità?

Può sembrare una domanda scontata. Se ti chiedessi cosa ti rende felice in questo momento, sono certo che sapresti rispondermi facilmente e riusciresti a individuare almeno due o tre aspetti specifici della tua vita nei quali sei felice. Ma la domanda che ti faccio oggi lancia uno sguardo su di una verità importante: sei tu a decidere cosa vuoi, cosa desideri e cosa ti piace nella vita o sono gli altri, la pubblicità, il mercato, la società?

Ecco, quando parliamo di singoli aspetti della felicità tutti abbiamo un’idea più o meno chiara di cosa ci rende felici nell’immediato. Quando invece si tratta di definire da cosa è rappresentata per te la felicità, le cose si complicano. Tranquillo, con Belotti è semplice: ricorda innanzitutto quello che dice la grande psicoterapeuta Virginia Satir: “la vita non è come dovrebbe essere, è quella che è”. Quando pensi a cosa definisce la tua felicità infatti definisci le tue convinzioni in merito all’essere felice.

Hai mai pensato all’età “giusta” per avere dei figli? Per sposarti? Per fare carriera? Per metterti in proprio? Per mollare tutto e fuggire dall’altra parte del mondo? Ecco, le convinzioni sono queste idee. E spesso girano nella mente senza che nemmeno ce ne accorgiamo. Le assorbiamo dall’esterno, modellando il comportamento, i desideri e la realtà delle altre persone o della società. Quando senti che solo una volta che hai raggiunto un obiettivo più in là sarai felice, ecco il campanello d’allarme. Una convinzione (limitante) come questa rende estremamente difficile realizzare una svolta in qualsiasi area della tua vita. Ostacola la tua capacità di creare la TUA felicità.

Le aspettative che metti a te stesso e ai tuoi cari (figli, partner) sono spesso irrealistiche. Voglio essere chiaro: avere obiettivi e sogni è importante per ogni persona, solamente considera che è pericoloso legare la propria felicità a un progetto generico di vita felice. Il fatto è che devi creare la tua felicità. Non puoi adattarla come faresti con uno stampo per dolci.

Ogni volta che sei soddisfatto di qualcosa nella tua vita, è perché in quel momento le condizioni della tua vita corrispondono al tuo progetto o meglio alla tua convinzione su come dovrebbe essere la vita in quella particolare area. E se non ci riesci, cosa succede? Provi dolore e frustrazione. Per essere felice invece devi sapere che tu puoi creare la tua felicità. Lascia andare le convinzioni su ciò che credi ti serva per essere felice e sii felice e basta.

Per questo ti chiedo: su cosa stai modellando la tua felicità? Per sapere se è davvero ciò che vuoi, devi comprendere se corrisponde alla tua passione. La felicità infatti soddisfa il tuo scopo e la passione è la fiamma che lo illumina. Vivi con passione e fai ciò in cui credi, solo in questo modo sarai felice, ogni giorno e qualunque cosa succeda, perché a quel punto anche il dolore, la sofferenza, le sconfitte diventano parte del gioco. Le integri, perché tu sei integro, cioè non spezzato: non stai più guardando solo alla felicità ma a tutto ciò che accade nella tua vita, con la certezza che non accade a te, ma accade per te.