was successfully added to your cart.

Il nostro cervello, mi sorprende ancora!

By 13 Novembre 2012Riflessioni

Anche oggi sono capitato per caso su un articolo che parla del nostro cervello. Sapevi che non può provare dolore dentro di sé. Cioè può provare dolore ma solo se è situato al di fuori.

Mi sembra banale scrivere sull’importanza dell’organo situato nel cranio, ma visto come lo trattiamo, oggi lo faccio ancora una volta

Vediamo qualche dato che conosciamo ormai, quasi tutti:

1. Ogni minuto, circa 750 ml di sangue attraversano il tuo cervello.

La mia domanda è cosa porta quel sangue? Lo so cosa dovrebbe portare il sangue, ma mi chiedo, il tuo cosa porta? Fumi, bevi alcool, fai uso di droghe? Come mangi e cosa mangi? Fai movimento? Sai che tutte queste cose influenzano la qualità del sangue e quindi la salute del tuo cervello. Se mi conosci sai che non sono un talebano della salute. Un po’ di piaceri della vita servono, ma se ti rovinano il cervello, non mi sembrano più dei piaceri, non credi?

2. Il tuo cervello costituisce circa il 2% del peso corporeo.

Che è poco come peso. Ma pesa tanto dal punto di vista dell’importanza sul resto dell’organismo. A volte le dimensioni non ci dicono l’importanza delle cose. È solo il 2% del peso ma è importantissimo, dedicagli più attenzione.

3. Il 75% circa del cervello umano è composto di acqua.

Cioè, ferma la lettura e vai a bere. La maggior parte delle persone sono disidratate. Se ti senti stanco invece di bere un caffè, bevi tanta acqua. L’acqua è fonte di vita e la sua scarsità nel cervello non va per niente bene. Hai mai bevuto troppo alcool una sera? Avevi il mal di testa il giorno dopo. Magari tanta sete? Sai che le due cose sono legate? Il mal di testa è dato anche dalla mancanza di acqua che l’alcool toglie dalle cellule, incluse quelle del cervello. Bevi acqua, come dico negli audio libri, bevi anche quando non hai sete. Se bevi acqua avrai ancora sete. Il tuo corpo riscoprirà che dopo: caffè, vino, succhi, latte, bibite, cibo e sigarette (che disidratano il corpo),  la cosa che vuole di più è l’acqua e ne vorrà ancora!

4. Un cervello umano è costituito di 100 miliardi di neuroni.

Prova a scrivere il numero. Sono tanti zeri. Questo non significa che, avendone tanti, puoi bruciarli o sprecarli. Sono tanti perché servono. Il segreto poi è collegarli tra loro con la conoscenza. Non è la quantità che conta, ma se e come sono collegati.

5. Un cervello umano pesa mediamente, circa 1.350 grammi. 

Quello delle donne pesa spesso meno ma questo non significa nulla. Dimensione e peso non indicano la capacità. Anzi a volte il cervello femminile, più piccolo, è più efficace perché i neuroni sono “più vicini”. A volte 🙂

6. Il tuo cervello smette di crescere a 18 anni di età.

Ma, se stimolato, impara continuamente. E produce nuove cellule senza mai stancarsi. Ripeto, se stimolato.

7. Il cervello è rosa per il sangue che scorre attraverso di esso.

Quando è vivo ovviamente.

8. Il cervello ha due emisferi. Il sinistro controlla la parte destra del corpo, mentre il destro controlla la parte sinistra del corpo.

E qui le teorie sono molte. La più famosa è quella sulla specializzazione. Cioè la parte sinistra ha una specializzazione logica e la destra più creativa. Di fatto è solo una specializzazione. Sapevi che bambini che hanno traumi permanenti a un emisfero sviluppano le funzioni che sono andate perse nell’altro? Straordinario!

9. Il cervello di un neonato cresce di circa 3 volte nel suo primo anno.

E se hai avuto figli sai esattamente cosa significa.

10. Mentre sei sveglio, il cervello genera circa 25 watt di potenza.

Che è tanta roba. Da dove viene tutta quella energia? Ma soprattutto è ben utilizzata? Quando guardi la TV spazzatura forse no. Quando cresci, migliori, impari sicuramente sì.

Forse sarebbe una buona cosa stimolarlo un po’ di più questo nostro cervello. Magari con cose diverse, che confondono (fondere-con), che aprono la mente.

Ce n’è di roba interessante in giro!

Buona settimana.

Claudio

PS Dimenticavo la pubblicità!

–       Parlando di stimoli, sabato iniziamo a Milano un Practitioner in PNL.

–       Se vuoi leggere un buon libro ti consiglio: “the Spiral” (ovviamente) e quello di Francesco Tesei.