Fiducia, resistenza e resilienza

By 12 Giugno 2020Blog

Molto spesso quando una persona raggiunge un certo tipo di risultati, quando ottiene cioè ciò che ha stabilito come obiettivo, vorrebbe anche dare continuità a questo trend. Invece molto spesso nel momento in cui ottiene ciò che desidera, smette di fare proprio le cose che l’hanno portata lì. L’interferenza (interna o esterna) diventa troppo intensa o le viene dato troppo spazio.

Questa interferenza spesso la chiamiamo successo: lo sai bene se hai letto il mio libro “Gli Stadi del Successo” Roi Edizioni. Ogni organizzazione attraversa degli stadi di sviluppo nei quali il successo gioca un ruolo determinante. Per mantenere lo stato di grazia nel quale tutto gira al meglio – il cosiddetto “Prime” – bisogna lavorare tanto a livello di singoli che a livello di azienda.

Ciascuno in realtà dovrebbe costruire la propria forza a livello mentale attraverso lo sviluppo di resistenza, resilienza e fiducia in sé. Quando sei solido e grande dentro, lo diventi anche fuori. La tua sicurezza determina la grandezza delle sfide e degli obiettivi che intraprendi [fiducia], con quale probabilità raggiungerai tali obiettivi [resistenza] e quanto rapidamente ti riprendi dagli insuccessi [resilienza].

Per ottenere questo risultato è fondamentale focalizzarsi su 3 aspetti principali:

  1. Lascia andare. Perdona e dimentica? Non proprio. Perdona e impara, è meglio. Perdona completamente chiunque ti faccia del male. Allo stesso tempo ricorda la lezione. E la prima lezione di solito è: non fare ulteriori affari con chi ti ha fatto del male. Perdonare ti rende più forte, imparare ti rende più flessibile.
  2. Decidi rapidamente. Una rapida decisione è meglio di una decisione ben ponderata. È importante far bene i compiti non solo raccogliere i dati fondamentali ma imparare a riconoscere quali sono i dati fondamentali per raccoglierli in modo efficace. E poi decidere. E se sbagli? Hai più tempo per recuperare.
  3. Crea la tua forza mentale. Attraverso la meditazione, la corsa, lo yoga: quello che vuoi. Qualunque disciplina ti alleni a una gestione del respiro e della mente, che ti aiuti a svuotarla e trovare rilassamento ed endorfine.

Da cosa parti per costruire la tua resistenza, la tua resistenza e la tua resilienza?