We can be Heroes

Come migliorare il tuo processo di assunzione senza perdere buoni candidati

La maggior parte dei datori di lavoro oggi vuole trovare facilmente candidati con l’esperienza e le qualifiche giuste per il lavoro. Ma il processo di assunzione è uno degli aspetti più complessi della gestione di un’impresa di successo. Da un lato ti assicura di avere il personale giusto per soddisfare le tue esigenze, dall’altro deve aiutarti a prevenire il turnover e creare una squadra dinamica e coesa.

Tuttavia, creare il processo di assunzione perfetto può essere una sfida, in particolare se stai cercando di evitare di perdere buoni candidati. Come puoi migliorare il tuo processo di assunzione senza perdere buoni candidati e candidate?

Un modo per farlo è creare un gruppo di lavoro ad hoc che si occupi di esaminare personalmente ogni domanda. Capita spesso che ottimi candidati o candidate sfuggano attraverso le maglie di filtri troppo stringenti. Magari desideri qualcuno con 5 anni di esperienza in quel ruolo e ti perdi qualcuno che ne ha tre e un potenziale e delle capacità molto superiori, per via di una differenza minima, quasi insignificante.

In questo modo, con un lavoro di confronto e verifica, puoi avere un’idea migliore delle qualifiche e dell’esperienza di ciascun candidato. Puoi anche cercare candidati che provengono da gruppi sottorappresentati, nella tua azienda o nel tuo settore.

Un altro modo per migliorare il processo di assunzione è utilizzare un sistema di tracciamento dei candidati (ATS). Gli ATS (Applicant Tracking Software) aiutano i reclutatori ad abbreviare la prima parte del processo di selezione in modo che possano concentrarsi solo sui profili rilevanti per il posto di lavoro scansionando automaticamente un intero database di curriculum in base alle parole chiave fornite nel CV.

Questo sistema automatizzato può aiutarti a tenere traccia in modo semplice di tutti i candidati che hanno presentato domanda per il lavoro. Infine, puoi utilizzare i social media per raggiungere potenziali candidati. I social media, infatti, sono diventati un potente strumento per connettersi con potenziali candidati per posizioni aperte. Creando una presenza su piattaforme come LinkedIn, Twitter e Facebook, i datori di lavoro possono raggiungere un ampio pool di candidati qualificati in pochi minuti.

Inoltre, i social media possono essere utilizzati per rivolgersi a gruppi specifici di persone che potrebbero essere adatte al lavoro. Ad esempio, LinkedIn consente ai datori di lavoro di cercare candidati in base alla loro posizione, settore ed esperienza lavorativa. Di conseguenza, i social media forniscono un modo efficiente ed economico per entrare in contatto con candidati qualificati che altrimenti non potrebbero essere raggiunti attraverso i metodi di reclutamento tradizionali.

Utilizzando questi suggerimenti, puoi migliorare il tuo processo di assunzione e aumentare le tue possibilità di trovare i migliori candidati per il lavoro. E nella tua azienda utilizzate già queste strategie?

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email