was successfully added to your cart.

Alla scoperta della differenza che fa la differenza

By 11 Luglio 2018Senza categoria

Si conclude con questo post la serie di Conversazioni Straordinarie che ti hanno raccontato di atleti di successo che io e Claudio abbiamo avuto il piacere e il privilegio di incontrare e, in alcuni casi, seguire come Mental Trainer.

Abbiamo voluto trasmettere in questi articoli alcuni dei piccoli trucchi e delle strategie da campioni raccolte dalla viva voce degli atleti, ponendo la domanda che sarebbe importante farsi di fronte allo specchio quotidianamente:

In che modo posso esprimere al meglio il mio potenziale?

Nello scorrere le righe di questo blog ti renderai conto che il vero protagonista delle interviste sei stato TU, magari atleta, amatoriale o professionista o solo appassionato di sport e ricercatore delle migliori prestazioni. O forse un Tu curioso di capire come pensa chi eccelle in quello che fa. Forse leggendo di questi campioni ti sei anche detto “lui è diverso… lui è migliore e sa fare la differenza”. Quella differenza che affascina chi la riconosce e segna chi ce l’ha. Quella differenza che spinge a fare di più, a fare sempre meglio, a lasciare il segno con un metro in più, un centimetro più vicino o con un millesimo di secondo in meno.

Tutti abbiamo un potenziale inespresso e qualcosa in cui possiamo eccellere e non si tratta solo di sport, perché lo sport è anche una metafora della vita.Così io e Claudio ci siamo chiesti COME ha fatto chi ci è riuscito e ha avuto successo per riuscire a sapere quale fosse l’ingrediente segreto degli straordinari personaggi che abbiamo incontrato.

Così siamo partiti da una domanda:

Qual è la tua differenza che fa la differenza?

Ognuno di loro ha dato una risposta diversa, ma davanti ai fogli sparsi che raccontavano la loro esperienza, che portavano impressi una parte di loro stessi, un filo rosso si è illuminato mostrando la strada che vede tutti loro dissimili e differenti l’uno dall’altra, uniti in una sola armonia. Come una galassia di stelle e pianeti diversi, tutti sono legati da un comune centro di gravità che li ha portati all’eccellenza. Ognuna di queste risposte ha dato un senso nuovo alla precedente e illuminato la successiva in un circolo virtuoso di esperienza sportiva, benessere psico-fisico e performance atletica. Così abbiamo trovato un punto di arrivo nelle loro risposte, fatto di suggestioni, tecniche e spunti replicabili per chiunque.

Oggi queste risposte diventano uno straordinario ebook, un regalo che grazie a Claudio Belotti abbiamo deciso di rendere disponibile a tutti i partecipanti del corso più intenso e formativo per Coach che Extraordinary abbia mai realizzato: il Coaching secondo Claudio Belotti ! Una esperienza unica nella quale sarà possibile confrontarsi con il lavoro sul campo di oltre 25 anni di Claudio. Un lavoro svolto ai massimi livelli con le eccellenze del made in Italy e le multinazionali più importanti. Potrai apprendere in azione il suo metodo One Hand Coaching e analizzare insieme a lui, Master Trainer per Anthony Robbins, le tecniche utilizzate dal più grande Coach al mondo.

 

A presto,

Laura Salimbeni