Accade per te.

By 31 Maggio 2018Senza categoria

Tutti quanti viviamo dei momenti difficili e in quei momenti è difficile mantenere lo stato. In questi ultimi mesi il mio corpo mi ha parlato, spesso. E io sono stato a sentirlo e ho imparato molte cose. Alcune le ignoravo, altre le sapevo ma le avevo dimenticate, altre ancora non sapevo di saperle. E questa esperienza con una malattia abbastanza comune ma non per questo meno dolorosa mi ha fatto riflettere.

In una recente diretta (https://www.facebook.com/clabelotti/videos/10157263979139968/) che ho fatto sulla mia pagina Facebook ho riflettuto insieme a chi mi ha seguito – e se vuoi il video è ancora disponibile se vuoi vederlo – su di una frase che dice il mio maestro Anthony Robbins: “E se le cose che capitano a te, non capitassero a te, ma capitassero per te?”. E’ un messaggio molto potente.

Ci sono tre lezioni (più una) che possiamo apprendere da ogni momento di difficoltà che viviamo:

  1. Accetta e vai avanti. Se fai opposizione e resistenza sprechi risorse importanti. Da ogni situazione c’è sempre almeno una via d’uscita e la strada per farlo è unica: attraverso le difficoltà. Non ci si può girare attorno, saltarle, ignorarle, far finta che non ci siano. Come diceva Winston Churchill: “Se stai attraversando l’inferno, continua a camminare”.
  2. Cambia la tua prospettiva. Sei tu a scegliere il modo in cui guardare le cose. Quindi è importante chiederti se il modo in cui guardi la situazione ti sta dando una prospettiva o è ciò che sta effettivamente causando il problema. Come diceva Virginia Satir: “La vita non è come dovrebbe essere. E’ quella che è” e non possiamo cambiare le difficoltà che ci si parano davanti, ma abbiamo il controllo su come ci appaiono.
  3. Vivi il presente. A volte il modo migliore per vedere aldilà del problema e vedere più chiaramente gli eventi è quello di permettere alla tua mente di rilassarsi. Alcuni dei migliori metodi per questo includono: correre, passeggiare nella natura, lungo una spiaggia o in un parco in città e meditare. Ognuno di questi metodi ti aiuta a portarti fuori dal processo di pensiero che si sta chiudendo su se stesso e a focalizzare la tua attenzione su ciò che sta accadendo nel momento presente, nell’ambiente circostante e seguire con tranquillità il tuo respiro. E facendo questo scoprirai che la tua mente comincerà naturalmente a sentirsi più tranquilla; vedrai le cose in una prospettiva nuova e molto più chiara.

L’ultima lezione è quella più difficile: la gratitudine.

Essere grato, anche in mezzo alle difficoltà, è probabilmente uno dei modi più importanti, se non IL più importante, per superare i problemi nella tua vita. Per quanti problemi io e te possiamo avere, non dobbiamo mai scordare che abbiamo ancora così tanto bene nella nostra vita e viviamo una vita da favola rispetto a molta parte della popolazione mondiale. Non facciamoci accecare dal desiderio, dal tarlo della perfezione e impariamo a ringraziare, abbiamo tanto per cui essere felici, oggi.