We can be Heroes

5 domande prima di avviare la tua impresa

Settembre: che mese straordinario! Non solo perché è il mese del mio compleanno (guarda l’offerta che ho pensato per festeggiarlo insieme) ma anche perché è un mese di novità, di idee, di crescita e di pianificazione.

Se quello che hai in mente è realizzare la tua impresa, metterti in proprio e costruire una startup, adesso è il momento giusto per agire. Prima di farlo comunque è necessario che tu ti faccia qualche domanda. Perché se vuoi realizzare il tuo progetto è bene che tu abbia fatto prima i compiti.

Vediamo insieme 5 domande che dovresti farti prima di decidere di avviare la tua impresa:

  1. Puoi descrivere la tua nuova attività in 30 secondi (o meno)? Pensalo come un elevator pitch supercondensato per il mondo sempre più veloce in cui viviamo nel quale le merci più rare sono tempo e attenzione. Se vuoi che la tua idea abbia successo oggi devi essere in grado di spiegarla con parole semplici, in un tempo molto limitato, in maniera estremamente chiara. In questa spiegazione ci deve essere cosa fai, perché lo fai e in che modo aiuta le persone. In 30 secondi (o meno).
  2. Come si finanzia questa impresa? Fin dall’inizio è fondamentale avere presente il business plan. Dai costi di gestione al tuo stipendio, dalla promozione alla distribuzione considera con attenzione tutto quello che serve per tenere in piedi questo progetto fin da subito. Difficoltà e rischi compresi.
  3. Sei la persona giusta per farlo? Può sembrare una domanda strana e forse lo è. Ma non tutti abbiamo la stessa attitudine al lavoro, all’impresa, al rischio né la stessa resistenza allo stress. Questo business è davvero ciò che vuoi? Sei in grado di sostenerne le difficoltà e i pericoli? Magari hai solo bisogno di trovare la persona giusta che compensi le tue mancanze.
  4. Quanto è importante per te realizzare il tuo progetto? Le cose non andranno sempre come vuoi. Per questa ragione è bene essere pronti ad accettare risultati inferiori alle aspettative o, meglio ancora, eliminare le aspettative (soprattutto quelle che portano al perfezionismo). C’è sempre tempo per fare meglio: prima inizia a fare.
  5. Qual è il tuo scopo? Se mi conosci sai quant’è importante per me lo scopo e nel caso di una azienda, lo scopo è la mission. Te l’ho scritto anche nel primo punto: nei trenta secondi che utilizzerai per descrivere la tua attività, alcuni di questi saranno dedicati al perché. Questo deve essere chiaro per te e visibile a tutti.

Qual è la tua idea di impresa? Cosa vuoi realizzare?

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email