We can be Heroes

3 strategie per migliorare la convivenza generazione in azienda

Nelle aziende, le differenze generazionali nei valori e negli stili di lavoro, nonché i pregiudizi, gli stereotipi, come anche i valori e i bisogni potrebbero creare gravi conflitti sul posto di lavoro. Se lasciati incontrollati potrebbero portare attriti e avere un impatto negativo su impegno, collaborazione e produttività.

Come ti ho raccontato nel mio libro “Gli Stadi del Successo” Roi Edizioni l’azienda è come un essere vivente che nasce quando si crea un legame fra il fondatore – o i fondatori – e la propria idea unica che prende vita sotto i loro occhi e cresce. Arrivare all’apice dello sviluppo, però, non è scontato: è necessario concentrarsi sulla crescita e coltivarla.

La crescita di una azienda passa attraverso il valore delle persone che la compongono, la loro mentalità plasma l’azienda e come viene percepita dalle altre persone: una cultura aziendale forte e sostenuta da una mission forte e da un vision stimolante può fare la differenza. Ma cos’altro serve per rendere grande l’azienda quando più generazioni convivono al suo interno?  

Ci sono 3 strategie semplici ed efficaci che puoi applicare subito:

Formazione: la crescita è un volano di crescita ulteriore, è una spirale, un circolo virtuoso che migliora tutto ciò che incontra sulla sua strada. L’azienda ha il compito di fornire momenti di apprendimento e crescita condivisi fra collaboratori con seniority differenti e i collaboratori hanno l’opportunità di cogliere questo vantaggio per integrarsi maggiormente, fra loro e con l’azienda stessa. 

Mentoring: in Gefran, una azienda straordinaria con la quale mi onoro di collaborare ormai da diverso tempo, hanno adottato dei programmi di affiancamento fra giovani e diversamente giovani, con reciproco beneficio. Da un lato le competenze digitali dall’altro la conoscenza dell’organizzazione e della storia del lavoro: un incontro meraviglioso.

Benefit su misura: ciò che può essere attraente per un anziano potrebbe non essere così attraente per un collaboratore più giovane. E’ un dato di fatto: a periodi differenti della vita corrispondono esigenze altrettanto differenti. Tarare i benefit sulle reali necessità può aiutare a permettere di vivere meglio a tutti l’esperienza lavorativa e raggiungere il risultato di crescita condiviso desiderato.

Qual è secondo te il modo migliore per far incontrare e collaborare le generazioni all’interno dell’azienda?

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email