We can be Heroes

3 strategie per evitare gli effetti del bias di prossimità sul posto di lavoro

Lavorare in remoto è diventata la nuova normalità per molte persone in tutto il mondo. Tuttavia, c’è un aspetto negativo di questa disposizione di cui i capi devono essere consapevoli. Si chiama “bias di prossimità” e può avere un grave impatto sul morale e sulle prestazioni dei dipendenti remoti. 

Il lavoro in azienda, infatti, sappiamo che è ricco di sfide quotidiane legate tanto alla produzione (o all’erogazione di un servizio) sia alla gestione delle persone che svolgono quel lavoro. Per districarsi in questa giungla di sfide è necessario tenersi aggiornati e conoscere bene le regole del gioco.

Nel mio nuovo podcast in esclusiva per Audible “Le regole per lavorare bene e avere successoti guido attraverso le difficoltà per raggiungere un nuovo livello di consapevolezza del tuo ruolo all’interno dell’organizzazione aziendale e ti aiuto a realizzare i tuoi obiettivi lavorativi in modo efficace.

Ed ecco le tre strategie che puoi utilizzare per evitare questo bias e mantenere la tua forza lavoro soddisfatta:

Strategia n. 1: sii consapevole dei tuoi bias

Il primo passo per evitare il bias di prossimità è semplicemente essere consapevoli dei propri bias. Li abbiamo tutti, quindi non c’è da vergognarsi ad ammettere che potresti essere più propenso a concedere un trattamento preferenziale ai lavoratori che ti sono fisicamente più vicini. Una volta che sei consapevole di questa tendenza, puoi fare uno sforzo consapevole per trattare tutti i tuoi dipendenti allo stesso modo, indipendentemente dalla loro posizione.

Strategia n. 2: incoraggiare la comunicazione tra i reparti

Un altro ottimo modo per evitare il bias di prossimità è incoraggiare la comunicazione tra i reparti. Questo aiuterà tutti a sentirsi parte di una squadra, anche se non si trovano nello stesso spazio fisico. Assicurati che tutti abbiano accesso alle stesse informazioni e risorse e che sappiano come contattarsi in caso di domande o dubbi.

Strategia n. 3: condurre revisioni regolari delle prestazioni

Infine, assicurati di condurre revisioni regolari delle prestazioni per tutti i tuoi dipendenti. Questo ti aiuterà a identificare tempestivamente eventuali problemi e a stroncarli sul nascere. Le revisioni delle prestazioni dovrebbero essere condotte in modo equo e obiettivo, senza alcun favoritismo nei confronti dei lavoratori che sono fisicamente più vicini a te.

Il bias di prossimità è un fenomeno reale che può avere conseguenze negative per i dipendenti remoti. Tuttavia, ci sono cose che i capi possono fare per evitarlo. Essendo consapevoli dei propri pregiudizi, incoraggiando la comunicazione tra i reparti e conducendo regolari revisioni delle prestazioni, possono livellare il campo di gioco e creare una forza lavoro più diversificata e soddisfatta.

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email