3 semplici mosse per smettere di auto-sabotarti

By 18 Luglio 2019Blog

“Se impostate i vostri standard ma non credete veramente di riuscire a rispettarli, vi sabotate da soli.”

Anthony Robbins

Il mondo del lavoro si sa, è competitivo. Ed è anche giusto che sia così. Quando la competizione è sana, le cose tendono a migliorare per tutti perché si innesca un circolo virtuoso nel quale si gareggia a fare meglio. A volte invece l’ostacolo più grande da superare è quello che ti metti da solo. L’auto-sabotaggio è più frequente di quanto pensi ed è spesso inconscio.

La maggior parte delle persone si auto-sabota perché:

1- Pensa che non sia possibile fare ciò che desidera fare

2- Pensa di non avere la capacità di gestire novità e cambiamenti. E persino miglioramenti

3- Non crede di meritare il successo o sottovaluta le proprie capacità

4- Non ha uno scopo chiaro e non pensa per obiettivi quando pianifica e per conseguenze quando agisce

5- Si tiene lontano dal fastidio immediato (e temporaneo) che richiede ogni crescita e ogni uscita dalla propria zona di comfort

Quando si fissano questi ostacoli mentali nascono dei comportamenti disfunzionali che ti tengono lontano da qualunque crescita. Infatti, in PNL non si valuta il valore di una persona ma l’appropriatezza di un comportamento e la sua funzionalità rispetto alla vita che si vive.

La prima cosa da riconoscere è che cambiare questi comportamenti è possibile.

Dunque, vediamo come dare addio all’auto-sabotaggio in tre mosse:

1- Datti delle (piccole) sfide. L’idea è che, mentre conquisti queste vittorie, acquisisci sicurezza e ti rendi conto che vincere è piacevole, più piacevole che stare fermo a non far niente. Prendici gusto e vai avanti aumentando di volta in volta il grado della sfida, costruendo passo passo il tuo albo d’oro di sicurezze.

2- Chiarisci il tuo perchè. Quando hai priorità contrastanti difficilmente riesci a individuare la direzione da seguire: individua e abbraccia il tuo perché e queste difficoltà scompariranno. Se sai perché vuoi ciò che vuoi e perché fai ciò che fai, individuare le tue priorità sarà semplice e raggiungerai molti più obiettivi importanti per te. Ricorda quello che dice il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche “chi ha un perché abbastanza forte, può superare qualsiasi come”.

3- Circondati di persone straordinarie. L’idea qui non è solo quella di aumentare le amicizie e le frequentazioni: qui si tratta proprio di espandere il numero di persone che possono darti nuove prospettive, nuove sfide e nuove opportunità. Quando hai nuove prospettive puoi avere una maggiore chiarezza su chi sei, su cosa puoi fare e su cosa potrebbe essere utile per te. E una volta che hai questa chiarezza, è più facile farti seguire.