3 modi efficaci per aumentare le performance del team

By 12 Giugno 2018In evidenza

Per costruire un team di lavoro efficace è necessario tenere conto di molti aspetti differenti. Avere le persone giuste all’interno del team certo è fondamentale e questo si intreccia con i ruoli e le caratteristiche che ciascun membro del team possiede. Non è raro infatti che in molte aziende vengano affidati compiti di responsabilità o di guida e indirizzo del lavoro sulla base dell’anzianità di servizio o della fiducia che la dirigenza ripone in una persona: magari chi dirige una azienda ha come principale criterio di valutazione quello della fiducia o della conoscenza personale per decidere a chi affidare un ruolo di responsabilità e le capacità e le competenze passano in secondo piano.

Ma come si fa a far diventare un team di successo? Vediamo insieme qualche altro criterio che aiuti chi desidera creare un gruppo altamente performante a realizzarlo in modo ottimale. E’ possibile infatti effettuare alcune attività che favoriscono l’aggregazione, la motivazione e la produttività del gruppo e quindi la performance. In questo post te ne consiglio tre (più una) per iniziare:

  1. Scegli le persone giuste: non necessariamente le persone più intelligenti, né le persone con il curriculum più ricco, in squadra servono le persone giuste per il team specifico che stai mettendo insieme. Assicurati che tutte le competenze necessarie siano coperte: ad esempio se stai sviluppando un nuovo prodotto, assicurati che nel team sia presente anche chi poi andrà a venderlo; stesso discorso anche per i processi interni o le strategie: più competenze sono rappresentate al tavolo di sviluppo, più si otterrà in termini di risultato finale.
  2. Rendi il lavoro dei team, smart: negli ultimi anni si è parlato molto della necessità di responsabilizzare i dipendenti e coinvolgerli nell’impresa in maniera più ampia, ma la verità è che in molte organizzazioni lo smart working esiste ancora solo a parole. Molte ricerche hanno ormai dimostrato che i dipendenti responsabilizzati sono più felici, più creativi, più efficaci e anche più produttivi. Se stai pensando di organizzare una squadra per affidargli un nuovo lavoro, inizia tu per primo a pensare per obiettivi.
  3. Introduci un elemento esterno: questo vale soprattutto per i gruppi che lavorano insieme già da un po’ di tempo e che hanno la necessità di produrre risultati creativi; ospitare un nuovo membro, anche solo per un breve periodo, può aiutare a ritrovare spinta e motivazioni e scuotere chi si è un po’ seduto.

Infine ricorda di festeggiare sempre i tuoi successi, e anche i tuoi fallimenti: quando la tua squadra raggiunge gli obiettivi che hai stabilito, prenditi un po’ di tempo per festeggiare. E fai lo stesso se la squadra ha lavorato sul progetto con impegno e dedizione e ha fallito: festeggia anche quello e incoraggia i tuoi dipendenti a trarre insegnamenti dal proprio lavoro in modo da mettere a frutto l’esperienza maturata, come singoli e come squadra.