Il blog di Claudio

3 consigli pratici per gestire al meglio l’equilibrio famigliare

Da quando è iniziata la pandemia abbiamo dovuto far fronte a tante emergenze e situazioni impensabili solo un paio di anni fa. Dalle code ai supermercati al coprifuoco abbiamo vissuto periodi molto complessi nei quali i nostri stili di vita si sono modificati notevolmente. La DAD e lo smart working sono stati due risvolti nei quali la tecnologia ci è venuta in soccorso e ci ha permesso di fare ciò che in passato non sarebbe stato possibile fare.

Oggi ti voglio offrire 3 consigli pratici per gestire al meglio l’equilibrio fra lavoro e famiglia in questo strano periodo di lavoro alternato fra casa e ufficio, figli che intervallano scuola e DAD e lo stress legato alle speranze di ripartenze e alle incertezze del momento. Eccoli qui:

Scrivere insieme la direzione della famiglia

La maggior parte dei genitori che lavora si chiede come riuscire a bilanciare il loro lavoro e la vita familiare. L’approccio migliore è affrontare insieme al partner la questione e stabilire un piano insieme. Per prima cosa, prendetevi qualche minuto individualmente per annotare i vostri pensieri. Potreste farvi, ad esempio, queste domande: cosa conta di più per me in questo periodo? Ha maggior bisogno di attenzione il lavoro o la famiglia in questo momento? Quali sono i tuoi valori come genitore in questo momento? Quanto vuoi e puoi essere coinvolto nell’istruzione dei figli a casa? Dopo aver scritto i tuoi pensieri, condividili con il tuo partner ed estraete le stesse priorità, trovare un accordo su quelle compatibili, mediate su quelle differenti. Scrivete una nota sulla direzione da tenere per i prossimi mesi e fate il punto di tanto in tanto.

Ritrova energia lontano dalla tecnologia

L’affaticamento che si prova nel guardare uno schermo tutto il giorno, soprattutto con il lavoro da remoto, sembra inevitabile. Prendersi delle pause volontarie e consapevoli allora diventa non solo una soluzione ma una vera propria necessità. Le videochiamate non sono necessarie per ogni riunione: prova il brivido di una normale telefonata ogni tanto! Stanco di prendere appunti a video o scrivere sulla tastiera? Butta giù qualche idea su carta, utilizza i post it, proprio come faccio io. Infine, muoviti il ​​più possibile, fai stretching nelle pause, bevi molta acqua. Dedica il pranzo a staccare da tutto e trova attività che non comportano uno schermo per rilassarsi: un libro è un ottimo defaticante per sentirti più energico alla fine di ogni giornata.

Pensa per conseguenze e decidi meglio

All’interno di questo periodo di grandi speranze per la ripresa e allo stesso tempo di incertezza può diventare molto difficile prendere delle decisioni in modo efficace. Alcune persone si bloccano e hanno paura di agire, mentre altre prendono decisioni ascoltando solo il proprio cuore. Per prendere decisioni attente e ragionate in questo periodo la scelta migliore è quella di prendere una pausa e riflettere sulle conseguenze: quali sono gli scenari possibili? Innanzitutto, identifica il tipo di informazioni sulla base delle quali stai prendendo la tua decisione. Confrontati con un amico, un parente, un Coach, insomma qualcuno che ti aiuti in modo pratico a comprendere in quali bias sta incappando il tuo ragionamento. Identifica quali informazioni sono più importanti per il tuo processo decisionale: cosa hai davvero bisogno di sapere per andare avanti? Fatti delle domande che ti possono aiutare a lavorare meglio.

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email