3 azioni da compiere per farsi ricordare quando ci si presenta

By 28 Dicembre 2018In evidenza

Se mi segui sui miei profili social (Facebook, Instagram e LinkedIn) saprai che nelle scorse settimane sono stato in Florida a lavorare in qualità di Master Trainer nel più grande Date With Destiny di sempre . Al DWD si intraprende un viaggio di 6 giorni a contatto con Tony Robbins e si fa una esperienza che cambia la vita. Qui scopri chi sei, qual è il tuo scopo e decidi di seguire la tua passione per raggiungere la visione definitiva della tua vita. Il tutto, al massimo livello. Per me è un onore essere parte di questa organizzazione che permette a tante persone di dare una svolta alla propria vita.

In questa edizione erano presenti oltre cinquemila persone (da più di 60 paesi diversi e con 5 lingue tradotte simultaneamente), divise in numerosi gruppi. In ciascun gruppo ogni partecipante ha avuto l’occasione di fare conoscenza con tanti altri e utilizzare questa occasione per farsi conoscere ed entrare in contatto con altre persone fortemente motivate a crescere e migliorare. I corsi sono eventi da sfruttare anche per allargare il proprio network, per lavoro e per amicizia confrontandosi con un gruppo di pari sempre di maggior qualità.

In uno dei gruppi era presente una ragazza di San Diego, California, che facendomi alcune domande sul corso e su Robbins, a un certo punto mi ha chiesto qual era secondo me il metodo più efficace per presentarsi, farsi conoscere e farsi ricordare in maniera veloce. Le ho risposto che secondo me ci sono tre azioni da compiere quando ci si presenta per farsi ricordare:

1) Condividi il tuo perché. Non limitarti a presentarti per ciò che fai, inserisci nella presentazione di te anche il perché fai quello che fai. Per farlo non serve aver frequentato il Date With Destiny è sufficiente anche una giornata al workshop Obiettivi! per poter focalizzare meglio la tua visione e allineare i tuoi obiettivi al tuo scopo.

2) Presenta il tuo lavoro attraverso i problemi che risolvi. Alle volte non è semplice spiegare il proprio lavoro e più è complesso più è difficile farsi ricordare da chi non lo conosce. Parla dei problemi che risolvi e della tua soluzione. Per l’interlocutore è più facile comprendere l’obiettivo rispetto al processo.

3) Condividi la tua passione. Soprattutto quella che va al di là del tuo lavoro. Racconta ciò che ti appassiona sinceramente. Forse non piacerà a tutti ma piacerà alle persone giuste con le quali sarà possibile intessere una relazione e sviluppare una vera amicizia.