We can be Heroes

Trasforma l’atteggiamento negativo dei tuoi collaboratori

Tanto nelle grandi aziende quanto nelle piccole, le persone con un atteggiamento costantemente negativo (quelle che, ad esempio, si lamentano in continuazione) sono un grande vincolo per la produttività. Il loro comportamento è anche uno dei problemi di gestione più difficili da risolvere per la maggior parte dei leader aziendali.

Molto spesso queste persone non riescono nemmeno a vedere il loro comportamento come parte del problema da risolvere, anzi, pensano che questo atteggiamento sia colpa degli altri. Spesso gli imprenditori, o i manager con i quali mi trovo a lavorare mi chiedono come possono modificarlo, o addirittura prevenirlo.

Sicuramente non esiste una formula universale per ottenere questo risultato. Da Coach mi prenderei del tempo per parlare con queste persone (e con tutte le altre coinvolte) per comprendere le dinamiche in gioco. Se hai letto il mio libro “Gli Stadi del Successo” Roi Edizioni saprai già che la scelta del metodo più efficace per intervenire è strettamente connessa allo stadio di sviluppo dell’azienda: conoscerlo ti dà la possibilità di agire in modo totalmente efficace.

In ogni caso, puoi mettere in pratica questi semplici consigli per iniziare a dare auna svolta all’atteggiamento complessivo del tuo gruppo di lavoro:

  1. Lavora sul tuo atteggiamento. Da leader sai già che ogni soluzione nasce da te, dal tuo agire. Inoltre, da leader sai anche che uno dei metodi più efficaci per guidare un gruppo è quello dell’esempio. Ogni giorno puoi fare la differenza rifiutando la negatività degli altri intorno a te. Offri al suo posto soluzioni positive per rispondere alle sfide del tuo business. Non limitarti a evidenziare il problema, attribuire colpe o cadere nel tranello della diatriba. Lavora alle soluzioni in maniera costante.
  2. Incentiva gli altri a fare lo stesso. Se il tuo esempio non fosse sufficiente a trascinare anche i più restii, per loro puoi offrire incentivi a trovare soluzioni. Ciò significa innanzitutto evidenziare i contributi positivi all’interno del team. Nelle revisioni delle prestazioni e nei rapporti sui bonus significa fornire un feedback specifico alle persone con un atteggiamento negativo, dal momento che molti non si rendono conto del loro atteggiamento.
  3. Sostituisci chi non vuole cambiare. Purtroppo, quando non c’è altra soluzione, bisogna mettere il gruppo nella condizione ideale per poter lavorare in maniera efficace. Trattare con collaboratori che si comportano in modo costantemente negativo non fa che esacerbare il problema e aggravare l’impatto sulla tua attività. Un colloquio personale con chi ha questo atteggiamento potrebbe aiutarti a capire se c’è una soluzione interna all’azienda o se si tratta di una fase momentanea con un margine di miglioramento.

E tu in che modo affronti l’atteggiamento negativo nella tua azienda?

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email