Tag

limiti Archives - Claudio Belotti

Sfatare i luoghi comuni che ti impediscono di migliorare

By | Blog

Se mi segui forse me lo avrai sentito ripetere più volte questo concetto: le convinzioni sono tutte limitanti. Ci sono alcune convinzioni che sono più utili e altre che lo sono meno. E quando si parla di convinzioni bisogna saperlo perché una convinzione non resta utile per sempre. Se non lo è più è necessario cambiarla. 

Tra le convinzioni meno utili ci sono sicuramente i luoghi comuni che impediscono alle persone e alle organizzazioni di svilupparsi. Proviamo a sfatarne alcuni:

I migliori non hanno difetti: in tanti credono che essere i migliori significhi essere perfetti. Molto spesso infatti capita che di fronte a una persona con un grande talento i difetti scompaiano, ai nostri occhi. Molte persone non agiscono perché pensano di essere troppo poco o di non essere abbastanza: nel momento in cui decidi di sviluppare il tuo super potere – come ti racconto nel mio libro Super You – riuscirai anche tu a far brillare la luce del tuo talento più forte di qualsiasi difetto.

Il miglior piano ha sempre successo: non è detto. Molto spesso infatti un buon piano si costruisce in corso d’opera. Come sa chi conosce la PNL l’elemento più flessibile domina il sistema. Non si tratta di fare i piani migliori si tratta sempre di rimanere flessibili di fronte a ciò che accade, come ti racconto ad esempio nel mio audiolibro “Impara a decidere bene evitando le trappole mentali. Perdere molto tempo in partenza per avere un piano perfetto a volte comporta un gap incolmabile. Bisogna essere preparati e flessibili, decidere, partire e poi aggiustare il tiro quando la pratica restituisce i primi feedback.

E’ importante dare un feedback su ciò che non ha funzionato: non è sempre utile. Anzi, a volte può essere persino controproducente. Bisogna conoscere bene lo stadio di sviluppo dell’organizzazione – come ti spiego nel mio libro “Gli Stadi del Successo – e decidere sulla base degli elementi che la caratterizzano in quel momento. Dare quel tipo di feedback può non essere funzionale: più spesso ciò di cui le persone hanno bisogno per crescere infatti non è un feedback. Hanno bisogno di più opportunità e ricevere attenzione positiva su ciò che fanno meglio.

Rendi più efficaci le tue convinzioni

By | In evidenza

La maggior parte delle persone ignora completamente il potere che hanno su di esse i propri pensieri. Le convinzioni portano emozione e l’emozione si trasforma in azione. Questo influenza quindi il modo in cui viviamo. Qualunque siano le tue convinzioni riguardo alle tue possibilità, alla tua carriera o alla tua salute, tutte contribuiscono a definire il percorso della tua vita. Ti propongo di capire insieme come si sono formate le tue convinzioni e poi valuterai se sono convinzioni potenzianti o depotenzianti o più semplicemente se ti sono utili oppure no.

In che modo le tue convinzioni influenzano la tua vita? Hai delle convinzioni depotenzianti che persistono in qualche area della tua vita? Rifletti sugli aspetti più importanti della tua vita e sulle convinzioni collegate ad essi rispondendo a queste domande e pensando concretamente alle risposte: queste convinzioni ti sono d’aiuto o ti danneggiano?

  • Sono capace di migliorare radicalmente la mia vita da qui ai prossimi cinque anni?
  • Sono in grado di crescere nel mio lavoro fino a raggiungere il top?
  • Sono disponibile a cogliere nuove opportunità nella mia vita?
  • Sono disposto a impegnarmi per essere nelle condizioni di salute ottimali?

Probabilmente avrai notato che fra le tue risposte vi sono alcune convinzioni depotenzianti o limitanti, anche in queste aree che sono quelle fondamentali per il benessere psico-fisico. Per esperienza posso dirti che i limiti a ciò che ciascuno di noi può fare, semplicemente, non esistono. È vero: non tutti possiamo fare tutto. E allo stesso modo non tutti desideriamo fare le stesse cose. Quindi inizia scegliendo cosa è importante per te.

Quelli che chiamiamo limiti infatti sono solo convinzioni derivate dall’idea che ci siano alcune regole alle quali devi sottostare: la forza di gravità, ad esempio. Tutti dobbiamo sottostare alla forza di gravità: è una regola. Penseresti mai che a causa della forza di gravità, che ti tiene attaccato al suolo, non sia possibile saltare? No, perché lo hai provato fin da bambino. La vera domanda è quanto sei disposto a impegnarti per saltare il più in alto possibile? Le uniche limitazioni che abbiamo sono dentro di noi.

Ora pensa alle tue prospettive negative emerse dalle domande di prima e chiediti: sono vere? Ad esempio, potresti credere che non puoi avere una promozione nel tuo settore. Ma è proprio vero? Oppure potresti avere la convinzione che non puoi migliorare il tuo stato economico perché hai una fonte di guadagno fissa. Ne sei certo? Pensa a quello che dice Warren Buffet: il modo migliore per risparmiare è non spendere. Se pensi abbastanza profondamente alle tue convinzioni limitanti, scoprirai che probabilmente non hanno alcun fondamento.

Ogni crescita personale inizia con un cambiamento nelle convinzioni perché in fondo ogni convinzione è di per sé limitante. Se vuoi iniziare il cammino verso un miglioramento costante del tuo sistema di convinzioni che ti spinga ad azioni positive, relazioni positive e decisioni positive, prendi in considerazione l’idea di mettere in dubbio ogni volta che puoi ciò che pensi sia vero ma ti limita e ti toglie energia quando vuoi fare qualcosa. Per superare i tuoi limiti devi pensare al di fuori di essi.