Tag

gioia Archives - Claudio Belotti

Affrontare lo stress in questo momento complesso

By | Blog

Questo lungo periodo contrassegnato dalla convivenza con la pandemia ha lasciato segni importanti nella vita di tutti noi. Ha cambiato molti modi di vivere le nostre giornate, di svolgere il nostro lavoro, di interagire con le altre persone.

In tante persone ha aumentato notevolmente i livelli di stress perché da tante persone questa emergenza è stata sottovalutata. Non parlo dell’aspetto sanitario: non è il mio lavoro e non sono in grado di giudicare il modo in cui è stata affrontata l’emergenza.

Parlo dell’aspetto emotivo. Per quale ragione questa periodo è stato tanto pesante? La ragione principale è che siamo esposti da molti mesi ormai all’incertezza. La situazione è in costante evoluzione e si fatica a capire anche solo se stia andando meglio o peggio.

Io voglio pensare che la situazione stia migliorando perché a poco a poco stiamo imparando come gestire questo problema invisibile. Un’altra ragione, un’altra causa dello stress che stiamo vivendo è legata al bisogno di socialità. Nessuna Zoom, nessuna videochiamata potrà mai sostituire una chiacchierata di persona, un abbraccio, un incontro.

Per gestire il tuo stato emotivo in questo momento è necessario focalizzare la tua attenzione su ciò che è veramente importante per te. Se mi conosci e mi segui sai che uno degli strumenti che utilizzo io, per via della sua efficacia, è la Programmazione Neuro-Linguistica. La PNL, infatti, è un mezzo per gestire emozioni, incanalare energie e ottenere risultati straordinari.

E quali sono le priorità alle quali dare attenzione in questo momento? Ti presento 5 priorità per ricostruire qualche certezza e superare questo momento complesso:

Riprendi l’iniziativa. Torna a scegliere a dare una direzione alla tua vita. Bastano anche piccole scelte chiave: riprendere in mano i libri, un corso di formazione, un allenamento in casa, lavorare con intenzione su qualcosa a cui tieni particolarmente. Torna a sentire che puoi crescere.

Trova occasioni per provare gioia. Le occasioni di convivialità, di scherzo, di gioco sono molto limitate. Inventale, creale se necessario e se non trovi nessuno: inizia tu. Condividi la tua felicità attraverso citazioni, immagini divertenti, storie edificanti o esilaranti, barzellette, libri positivi, blog e articoli per aggiungere colore alla vita.

Riscopri il tuo scopo. In questo periodo – con lo smart working in particolare – si finisce spesso a vivere un flusso ininterrotto di abitudini finalizzate a tenerci in vita e farci lavorare: mangi, dormi, lavori e ricominci. Il tuo vero scopo è nella passione, nella chiamata alla vita. Trova il modo di riprenderlo in mano.

Circondati di persone positive. Purché non lo siano al Coronavirus, ovviamente. A parte la battuta, in questo periodo è fondamentale scegliere bene chi ascoltare. Persone che si lamentano e basta non sono ciò di cui hai bisogno. E non ne hanno bisogno neanche loro: aiutale se puoi e se vogliono. Se non vogliono limita il più possibile il contatto.

Concentrati sul presente. Lascia fuori la nostalgia del passato e i timori del futuro. Cosa puoi fare attivamente in questo momento per migliorare la situazione? Indossare la mascherina, lavarti le mani, mantenere la distanza, limitare gli spostamenti, evitare gli assembramenti, ad esempio. Sono piccole cose ma pensa se lo facessero tutti… Nel tuo gruppo inizia tu, dai il buon esempio.

La chimica della gentilezza

By | In evidenza

Per vivere felice nella vita devi smettere di fare a gara con il tuo prossimo e basare i tuoi obiettivi, i tuoi desideri e i tuoi standard solo su di te. Per crescere, migliorare e svilupparti puoi decidere di essere molte cose. Essere gentili, ad esempio, è un ottimo modo per diventare la migliore versione di te stesso. Praticare la gentilezza è un balsamo per l’anima e un modo per esprimere la propria gratitudine attraverso un gesto concreto.

Alcune persone tendono a pensare che ci voglia un enorme atto di gentilezza per portare gioia nella vita di qualcuno ma in realtà alcuni piccoli gesti sono spesso i più apprezzati e anche i più memorabili ma come diceva Esopo “nessun atto di gentilezza, per quanto piccolo, è mai sprecato”. Vediamo allora 3 ottime ragioni per essere gentili con il prossimo:

La gentilezza diminuisce lo stress: le persone che praticano la gentilezza come abitudine riducono fino al 23% i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress) e sono meno esposti ai sintomi dell’ipertensione. Essere gentili, fa bene alla salute.

La gentilezza rende calmi: infatti quando si è gentili si produce serotonina che genera una sensazione di calma naturale. In uno studio dell’università di Berkeley, quasi il 50% dei partecipanti ha riferito di sentirsi più forte e avere più energia dopo aver aiutato gli altri, migliorando anche la propria autostima. Essere gentili, ti fa sentire bene.

La gentilezza rende felici: può sembrare strano ma far del bene agli altri fa bene a sé stessi. Quindi, almeno per egoismo, scegli di essere gentile con il prossimo!