Tag

ExtraordinaryTalk Archives - Claudio Belotti

Gruppo di pari e gruppo di dispari: una occasione per crescere

By | Blog

Tony Robbins sostiene che “la qualità della vita di una persona è il più delle volte un riflesso diretto delle aspettative del suo gruppo di pari”. In pratica significa che migliore è la qualità del gruppo di pari che crei, più possibilità hai di raggiungere gli obiettivi che hai fissato e realizzare il successo che desideri.

Di recente con Extraordinary ho introdotto il concetto di gruppo di dispari e ho deciso di realizzare con l’aiuto del mio gruppo, un incontro, un vero e proprio dialogo con menti straordinarie aperto al pubblico. Con l’Extraordinary Talk ti offro la possibilità di prendere parte a una conversazione di alto livello con persone ed esperienze diverse dalle tue e proprio per questa ragione capaci di arricchirti attraverso il racconto e la testimonianza del modo in cui ognuno di loro ha fatto la differenza.

L’Extraordinary Talk infatti è l’evento per vivere conversazioni straordinarie con persone straordinarie: una giornata in cui il tuo gruppo di dispari sarà composto da uomini e donne brillanti, eccellenze nel proprio campo: manager, astronauti, medici, coach e psicoterapeuti. Il gruppo di dispari si crea quando grandi menti con esperienze speciali e background molto diversi fra loro si riuniscono in un solo luogo, per un tempo limitato, per concentrare competenze energie e focus.

Uno dei tanti motivi per prendere parte a questo evento è che quando desideri ottenere dei risultati, puoi sempre modellare qualcuno che sta già ottenendo quei risultati. Questo è un principio fondamentale da tenere a mente ed è una risorsa utilissima. Cercare (e trovare) l’esempio di un gruppo di persone straordinarie significa acquisire un vantaggio competitivo enorme.

Infine, ricorda che ogni volta che frequenti un corso di Extraordinary hai la possibilità di accedere a un gruppo segreto su Facebook dedicato ai partecipanti. Un vero e proprio punto di incontro per persone che hanno interesse nel Coaching e nella crescita personale, nella PNL e nelle Dinamiche a Spirale, nel quale puoi scambiare idee, opinioni, richieste e assistere a dirette nelle quali io personalmente affronto tematiche di interesse per ciascuno.

Affrontare un percorso di crescita personale, oggi

By | Blog

Prendersi del tempo per lavorare su sé stessi è sempre un ottimo investimento. Il tempo infatti è la risorsa più preziosa che abbiamo ed è importante scegliere di investirlo per crescere, per mettere a frutto quelle capacità che ciascuno ha e merita di sviluppare.

Per ottenere questo risultato, la crescita e il miglioramento desiderati, è necessario porsi delle sfide, dei traguardi, degli obiettivi da raggiungere. Come ricordo spesso nei miei corsi, se l’obiettivo di un alpinista fosse arrivare sulla cima della montagna, allora ci andrebbe in elicottero, risparmiandosi la fatica.

La vetta è il punto di arrivo ed è anche un pretesto per affrontare il percorso. Il sentiero, con tutte le sue difficoltà. Porti delle sfide ti spinge a superare i tuoi limiti e le tue paure, e ad andare nel profondo di te stesso, trovando nuove risorse: quelle sono la crescita di cui hai bisogno.

Nel mio libro “La vita come tu la vuoi ti guido nella realizzazione del tuo progetto più bello: te stesso. Ci sono alcune attività dalle quali puoi iniziare la tua crescita; sono quelle piccole differenze che fanno una grande differenza. Ecco quelle più efficaci:

Ascolta, leggi e scrivi: niente di più semplice. Trova il tempo per ascoltare pensieri, idee, persone interessanti. Audiolibri, podcast, Ted Talk (da quest’anno anche Extraordinary Talk) e espandi il tuo universo. Leggi libri e riviste, soprattutto saggi e i grandi classici del romanzo. Infine, scrivi. Un diario va benissimo per iniziare. Post sul tuo lavoro: qualcosa che conosci bene come la tua vita o il tuo lavoro. Ti servirà per migliorare nel mettere ordine ai tuoi pensieri e scaricare a terra le emozioni.

Vai a dormire presto e alzati prima: se hai una vita intensa come immagino lo sia, devi trovare i tuoi spazi di silenzio e libertà. Alzati presto. Sono poche le persone che lo fanno e fra queste ci sono molte delle persone che ottengono risultati straordinari. Nel silenzio della mattina puoi fare le cose con calma, prenderti il tempo per te e lavorare a mente fresca ai progetti che ti stanno più a cuore prima che la famiglia, il lavoro e la vita prendano il sopravvento.

Fai un detox dall’elettronica: le luci degli smartphone fanno andare in tilt i meccanismi della melatonina, si dorme peggio e ci sveglia nervosi. Spegni lo smartphone un’ora prima di andare a dormire e lascialo lontano dal letto. Lo usi come sveglia? Fai un giro su Amazon: vendono degli apparecchi che sono proprio delle sveglie. Fanno solo quello. Per citare una famosa metafora: esci dalla ruota del criceto dei social network, prima di dormire e appena sveglio. Se proprio vorrai, troverai il tempo per tenerti aggiornato durante il giorno.

Infine, tralascia il “come” in qualunque di queste e di altre attività. Soprattutto quando le inizi. Il “come” non è importante. Questo non vuol dire fare i dilettanti allo sbaraglio. Se vuoi fare il Coach, inizi per gradi: non ti basta leggere un libro o fare un corso per andare dall’amministratore delegato di una multinazionale a proporre i tuoi servizi. Guarda, ascolta, leggi, impara e metti in pratica. Con coraggio e senza esagerare. All’inizio non è importante “come” fai quello che fai, se ciò che fai ti piace, ti fa star bene ed è ciò che ami.

Il modo migliore per far brillare la tua crescita personale

By | Blog

“Il modo più veloce per cambiare te stesso è trascorrere del tempo con persone che sono già come vuoi essere tu.” Reid Hoffman

Sai qual è il momento in cui la tua crescita personale aumenta in modo esponenziale? Quando hai l’occasione per confrontarti e trascorrere del tempo con personalità di livello internazionale con esperienze e competenze straordinarie. In questo modo impari tanto, in poco tempo. Ed è proprio per questa ragione che ho creato l’Extraordinary Talk: una giornata in cui creerò il tuo gruppo di dispari che sarà composto da uomini e donne brillanti, eccellenze nel proprio campo: manager, astronauti, medici, Coach e psicoterapeuti. 

Il gruppo di dispari infatti si crea quando grandi menti con esperienze speciali e background molto diversi fra loro si riuniscono in un solo luogo, per un tempo limitato, per concentrare competenze energie e focus. In questo modo hai la possibilità di prendere contatto con realtà e idee diverse, tutte di successo, tutte al top nel proprio settore. Esserci vuol dire avere la possibilità di modellare comportamenti e soluzioni, significa comprendere in che modo grandi menti hanno risolto problemi di ogni genere, comuni ad aziende e vite di ciascuno di noi.

In questo modo diventare la migliore versione di te sarà ancora più semplice e soddisfacente. Potrai portare nel tuo lavoro ciò che hai appreso e aumentare la tua efficacia. Ognuno di noi infatti ha importanti lezioni da imparare perché la vita è fatta di errori ed esperienze. Alcune importanti lezioni da imparare il prima possibile sono:

Prendersi cura di sé non è egoismo: è salvaguardia. Sei la persona più importante, per te ovviamente e per le persone che ami, che ti amano e per quelli che guidi nel lavoro. La tua integrità psicofisica è fondamentale per salvaguardare la qualità della vostra vita insieme. Prenditi cura di te e sappi che lo stai facendo tanto per te quanto per le persone che ti vogliono bene.

Abbandona la ricerca della perfezione: fai il massimo per migliorare. Avere a cuore il miglioramento significa impegnarsi costantemente per cercare modi in cui fare le cose meglio – per noi stessi, per gli altri, per i nostri clienti e per i nostri partner. Quando ti impegni per fare del tuo meglio, non ti servirà più la perfezione che comunque nessuno si aspetta da te. L’impegno e la dedizione pagano sempre e se questo farà allontanare da te alcune persone, ne avvicinerà molte altre: quelle giuste.

Ispira le altre persone senza giudicarle. I leader in azienda spesso anche le persone più esperte in una materia, hanno le competenze per migliorare i processi o risolvere i problemi. Quando si guida una squadra, si è tentati di consigliare continuamente agli altri su ciò che devono fare per migliorare. Questo può spesso portare a risultati deludenti e frustrazione; da entrambe le parti. I migliori leader sono quelli che ispirano gli individui del proprio gruppo di lavoro a valutare in cosa possono migliorare, piuttosto che farlo al posto loro.