Riconosci il tuo successo

By 15 Aprile 2019Blog

L’infelicità, o meglio, la mancanza di felicità ha spesso un’origine molto banale. Nasce da un’azione che fai con noncuranza: lamentarti. Prova a farci caso: qual è il tuo stato quando ti lamenti? Su cosa focalizzi l’attenzione? Cosa vedi, senti, percepisci? Ora, lascia andare queste sensazioni e proviamo insieme a ribaltare questa situazione. Immagina: qual è l’azione contraria al lamentarsi? Te lo dico io: essere grati. La gratitudine è l’opposto della lamentela.

Quando scegli di lamentarti, la tua attenzione va verso ciò che non funziona, ti concentri sul problema e le soluzioni ti passano sotto il naso senza che tu le veda. Raddoppi la fatica e perdi fiducia.

Quando scegli di essere grato invece la tua attenzione si rivolge verso ciò che hai, ciò che funziona, vedi il buono e il bello che ti circonda. Le soluzioni diventato l’opzione più ragionevole e i problemi diventano doni, sfide quotidiane che confermano che stai vivendo la vita che vuoi.

La gratitudine infatti è il mezzo più semplice per riconoscere le caratteristiche del tuo successo. Ogni persona infatti nella vita ha successo in qualche misura. Perché ognuno ha il proprio metro per definirlo.

Tu ce l’hai? Hai già stabilito il metro del tuo successo?

Se ancora non lo hai fatto, dovresti iniziare. Questo aspetto è fondamentale perché la gratitudine ti permette di riconoscere la felicità nella tua vita, di portare pace nel tuo spirito e di concentrarti su tutte le cose belle che ti accadono.

Questo non significa accontentarsi, intendiamoci. Essere grati, non esclude desiderare di meglio e lo fa su un presupposto fondamentale: la consapevolezza. Guarda ciò che hai e definisci ciò che è importante per te. Quando lo hai fatto, è molto più semplice andare verso ciò che desideri davvero, concentrare le tue energie su ciò a cui tieni di più.