Nel dare, ricevi

By 24 Febbraio 2019In evidenza

Una ricerca intitolata “Nel dare, riceviamo” è stata la fonte di ispirazione per questo post. Come si legge nell’abstract, la ricerca prende l’avvio da una delle convinzioni più diffuse sulla concretizzazione dei traguardi personali e lavorativi che è “in genere, le persone che lottano per il raggiungimento degli obiettivi siano in cerca di consigli”.

Ciò che emerge da questa inchiesta invece è stupefacente: gli individui in difficoltà sono stati più motivati ​​a dare consigli che a riceverli. Una semplice ma potente intuizione. La maggior parte delle volte, quando le persone non fanno ciò che devono fare, ciò non accade per mancanza di informazioni. Il problema sembra piuttosto risiedere in quella che lo psicologo Albert Bandura chiama convinzione di autoefficacia.

Quando le persone non credono che riusciranno in qualcosa, sono più propense a non iniziare nemmeno. Dare loro consigli, il che corrisponde in sostanza a fornire loro delle informazioni, non fa nulla per aumentare questa fiducia in sé e nei propri mezzi. Al contrario, mettere queste persone nella condizione di dare consigli a coloro che si trovano in una situazione simile ha stimolato la fiducia e la convinzione di potercela fare.

Nella ricerca infatti è stata testata “l’ipotesi controintuitiva che le persone alle prese con deficit motivazionali traggono più beneficio dal dare consigli che dal riceverli. Fallire ripetutamente per raggiungere gli obiettivi può fiaccare la fiducia in sé stessi. Per una serie di motivi, dare consigli può ripristinarla”.

Tra questi motivi, troviamo ad esempio il fatto che ricevere la richiesta di consiglio aiuta a recuperare le risorse interiori – informazioni, abilità, comportamenti che hanno avuto successo in precedenza – e rende consapevoli del fatto che si è in grado di fare qualcosa, portando a galla proprio la convinzione di autoefficacia.

In conclusione, emerge che la fiducia nelle proprie capacità, la convinzione di autoefficacia, può essere un fattore di successo ancor più potente nel perseguimento dell’obiettivo, rispetto all’abilità effettivamente necessaria per conseguirlo. E per credere fino in fondo in sé stessi è fondamentale mettersi in gioco e disposizione, soprattutto nei confronti delle altre persone: nel dare, ricevi.