Metti a punto i tuoi obiettivi in 3 semplici step!

By 12 Giugno 2018In evidenza

Metà di questo 2018 è trascorsa, finalmente sta arrivando l’estate e con il caldo torna anche a voglia di relax, al mare o in montagna, o anche in qualche città d’arte magari sfruttando una maggiore libertà che possiamo avere con i ritmi meno intensi di lavoro o per la maggior libertà dei figli, a scuole ormai chiuse.

A metà anno è anche il tempo giusto per dare un’occhiata ai propri obiettivi e mettere a punto qualcosa che magari non ha funzionato a dovere o archiviare qualcos’altro che ha funzionato fin troppo bene ed è già un risultato acquisito: è importante fare di tanto in tanto un aggiornamento di ciò che desideri in modo da avere sempre la mente sgombra per pensare a ciò che si vuole ancora ottenere.

Ti propongo di fare questo aggiornamento in tre step, guardando tre video. Se mi segui sai che ogni martedì sono in diretta alle 21 sulla mia pagina Facebook  per una diretta di circa un’ora nel corso della quale tratto molti temi differenti, analizzando attraverso gli strumenti che caratterizzano il mio stile di Coaching – la Programmazione Neuro-Linguistica e le Dinamiche a Spirale soprattutto – tutte quelle tematiche utili a rendere migliore la vita di tutti i giorni.

Primo step: Decidi di decidere

In questa diretta ti ricordo l’importanza di prendere una decisione e di farlo senza procrastinare, senza pensarci troppo: se diminuiamo il tempo che impieghiamo a decidere, vediamo prima gli effetti della nostra scelta e nel caso non ci piacciano, possiamo porvi rimedio. Scegli di scegliere, adesso!

Secondo step: Insisti e persisti fino a quando non vale la pena rinunciare

Questo concetto si ricollega perfettamente all’idea di prendere delle decisioni: dopo aver preso una decisione – potrebbe essere un obiettivo che avevi fissato e che a questo punto dell’anno non ha più lo stesso valore o la stessa priorità per te – devi allenare anche il muscolo che ti aiuta a riconoscere che quella decisione, quell’obiettivo, non sono più significativi o peggio persino controproducenti e puoi lasciarli andare per liberare energie e concentrazione per cose più importanti.

 

Terzo step: Senti la paura e fallo comunque

La paura, lo sappiamo, è la condizione necessaria per avere coraggio: senza paura non esiste il coraggio. Il coraggio infatti è la leva che utilizziamo per andare oltre la paura. Impara quindi a utilizzare questa leva per moltiplicare la tua efficacia, per sollevare il mondo e rimetterlo a posto proprio dove ti serve.