L’equazione della mediocrità

By 23 Luglio 2014Riflessioni

Sembra ci sia un’equazione matematica. Meno sanno o meno fanno, più hanno da dire e criticare su di te.

Non ho mai capito se chi invece fa e sa, si astiene dal criticare per delicatezza o perché, facendo lui stesso, sa quanto sia difficile e quindi ti rispetta.

Succede nello sport, nel lavoro e nella vita.

Il grande Brian Eno dice infatti, che i critici musicali dovrebbero trovarsi un vero lavoro.

Lo so, dovrei essermene fatta una ragione. Poi, con il lavoro che faccio, dovrei saperle certe cose, ma a volte mi infastidisce ancora.

E allora il dio del rock, come sempre, è arrivato ancora ad assistermi con questa meravigliosa canzone di George Harrison.

Ascoltala, goditi il suono e l’insegnamento.

A me ricorda alcune cose importanti…

“Ho sentito come alcune persone, hanno detto

che sono cambiato

Che non sono ciò che ero

Come davvero è un peccato

Quei pensieri nella loro testa.

Si manifestano sulla loro fronte

Come brutte cicatrici di sentimenti maligni

che loro stessi risvegliano

Così odioso di chiunque che è felice

o “libero”

Loro vivono tutte le loro vite,

senza guardare per vedere

La luce che ha illuminato il mondo

È divertente come le persone, semplicemente non vogliano

accettare il cambiamento

Come se la natura stessa – loro preferirebbero

riaggiustarla

Così dura andare avanti

Quando sei già in una fossa

Dove c’è così poca possibilità,

di scoprire l’anima

Sono grato a chiunque,

che è felice o “libero”

per avermi dato speranza

quando sto guardando per vedere

La luce che ha illuminato il mondo”

Buona settimana!

Claudio