3 esempi pratici di cose che vuoi e di ciò di cui hai bisogno per ottenerle

By 30 Dicembre 2018In evidenza

Una cosa che insegno spesso all’interno dei miei corsi è che come Coach bisogna essere in grado di distinguere – e aiutare il cliente a fare lo stesso – ciò che si vuole da ciò di cui si ha bisogno. Credo che questo sia uno di quei piccoli segreti che formano il successo di una persona. Nella vita infatti è vero che per ottenere il successo è fondamentale sapere cosa si vuole ma a volte è molto più importante capire di cosa si ha bisogno, anche perché quasi mai le due cose coincidono.

Il successo personale infatti si costruisce in modo graduale e modesto. Richiede una costante attenzione e in molti casi anche una ridefinizione di tanto in tanto. Più precisamente, quando ti focalizzi sull’ottenimento di ricchezza o fama in tempi rapidi, fai precipitare immediatamente le probabilità di successo perché il successo passa dalla realizzazione personale, dalla crescita, dal compimento di un percorso.

Ti porto tre esempi pratici di quanto è necessario separare ciò che vuoi da ciò di cui hai bisogno, eccoli qui:

  1. Vuoi essere il migliore e vuoi che gli atri lo riconoscano. Bene: non puoi essere tu a farglielo notare, non farà mai presa. Come diceva Margaret Thatcher “Essere potente è come essere una signora. Se hai bisogno di dirlo, non lo sei”. Gli imprenditori intelligenti perseguono il miglioramento costante. Non vogliono essere la persona più intelligente nella stanza; vogliono essere in una stanza dove ci sono i migliori e tutti stanno collaborando per migliorare ancora.
  2. Vuoi insegnare e qualche volta dare vere e proprie lezioni. Sicuramente è una tentazione forte, quando si è sicuri di sé e delle proprie competenze. Il successo richiede altro: cerca esperienze di apprendimento, corsi e maestri che possono darti informazioni preziose che non troveresti da nessun’altra parte.
  3. Vuoi sconfiggere i tuoi concorrenti. Ciò di cui hai bisogno in realtà è proprio di correre con Per ottenere il successo è necessario fare un salto di mentalità e diventare contributori e collaboratori piuttosto che concorrenti. Rendi speciale la tua offerta, rendila unica e valorizza le differenze. La vera gara è con te stesso.