was successfully added to your cart.

3 caratteristiche (più una) da possedere per essere un leader migliore

By 2 Marzo 2019In evidenza

La leadership non è un metodo di lavoro e men che meno un modo di comandare: la leadership è un modo di vivere basato su principi. Ne ho scritto in diversi e-book e audiolibri come Jedi Leadership, Steve Jobs – Impara dai suoi insegnamenti a essere un leader o Come diventare un leader di successo. È un argomento chiave nella vita di ciascuno di noi: in qualche momento della nostra vita, ciascuno di noi è leader o follower. Quando si è leader, è importante esserlo al meglio delle proprie capacità.

La leadership è un argomento affascinante, e la storia ci ha dato molti esempi straordinari di leadership. I leader sono tra le figure più analizzate, studiate e raccontate nella storia per capire cosa rende un leader tale. Nelle varie epoche si sono scoperte caratteristiche diverse; un po’ perché i leader erano diversi, e un po’ perché i ricercatori, nei vari momenti, si sono focalizzati su elementi differenti.

Oggi vediamo insieme 3 caratteristiche (più una) da possedere per essere un leader migliore:

  1. I grandi leader pongono limiti severi a sé stessi. Il bene più grande di tutti è il TUO tempo. Uno dei segreti per essere un leader il successo? Stabilire dei limiti per te stesso. Ma non si tratta di limitare le proprie possibilità, si tratta di scegliere. Quando prendi una decisione, non è una rinuncia ma una scelta. Un leader conosce il proprio scopo, i propri valori e la propria identità. Dice no alle attività e alle cose che non lo interessano, ascolta i suoi valori e porta avanti la sua missione nella vita. Sceglie di passare il tempo con persone entusiasmanti. Dice no al superlavoro e a trascurare la cura di sé e la famiglia, perché sa bene che se non può prendersi cura di sé, tutto il resto soffre.
  2. I grandi leader sono positivi, anche quando le cose vanno male. I grandi leader praticano il pensiero positivo, non quello fine a sé stesso. Infatti, anziché illudersi o stressarsi per una situazione lavorativa o un fallimento, la considerano un’opportunità per fare una pausa, riorganizzarsi, imparare, crescere e riprendersi con rinnovata energia e concentrazione. Questo può avere un profondo effetto sul benessere emotivo e fisico. I grandi leader sanno che non tutto può andare sempre bene e che in qualunque modo andrà, otterranno qualcosa: nella peggiore delle ipotesi una lezione e sono disposti a impararla.
  3. I grandi leader sono disposti ad ascoltare feedback. Molti leader non vogliono ascoltare idee, opinioni e feedback da parte di dipendenti o collaboratori, soprattutto sulla propria leadership. I grandi leader invece ascoltano bene, sono aperti ai feedback e responsabili per le proprie azioni. Filtrano le critiche non costruttive e trovano sempre il modo per migliorare, in modo appropriato e sempre al servizio degli altri. Fanno domande, anche quelle scomode, finché non ottengono un quadro chiaro e completo della situazione.

Infine, una considerazione generale su ciò che significa leadership oggi: ogni una buona leadership avviene sempre in un contesto di fiducia. Ogni leader ha bisogno di farsi una domanda molto importante, di tanto in tanto: il mio comportamento aumenta la fiducia? Se stai pensando di aumentare le tue capacità di leadership, la fiducia sono le fondamenta sulle quali dovresti costruire la tua leadership.