Monthly Archives

Luglio 2019

Sviluppa la tua Intelligenza Emotiva con la PNL

By | Blog

L’Intelligenza Emotiva, nella definizione di Daniel Goleman – fra i più importanti divulgatori di questa teoria – è la capacità di riconoscere i nostri sentimenti e quelli degli altri, di gestire le nostre emozioni e di interagire efficacemente con gli altri. Quindi, cosa significa sviluppare l’Intelligenza Emotiva? Per me significa soprattutto imparare a far funzionare le emozioni per te, anziché contro di te. E’ un cambio di prospettiva piccolo e molto importante. Se apprendi come trarre il meglio dalle tue emozioni sarai più libero di esprimerti sotto il profilo emotivo e ti troverai meglio nel rapporto con le altre persone.

L’Intelligenza Emotiva infatti è la capacità di gestire le emozioni, le proprie e quelle degli altri. Gestire, è la parola chiave. Quando gestisci ciò che provi, o ciò che prova un’altra persona, accetti l’essenza di questa emozione e puoi guidarla. Per questo in Programmazione Neuro-Linguistica parliamo di calibrazione, ricalco e guida: un modo molto efficace di comprendere e gestire lo stato emotivo, proprio e altrui.

Qui ti voglio offrire tre spunti pratici per migliorare subito la tua Intelligenza Emotiva:

  • Presta attenzione alle emozioni. Inizia da questo punto chiave: molto spesso non facciamo caso a ciò che stiamo sperimentando in una determinata situazione. O a ciò che sta sperimentando la persona che abbiamo di fronte. Invece la calibrazione è un passaggio chiave. L’emozione che provi, determina il valore che attribuisci a una situazione. Hai mai avuto cattivi ricordi di una situazione nella quale eri agitato, anche se quella situazione si è risolta per il meglio? Ecco, probabilmente in quel momento non avevi la percezione di ciò che stavi provando e si è legato al tuo ricordo, determinandone il valore. Presta attenzione a ciò che provi e stabilisci se è ciò che ti serve. Se non ti serve, cambialo.

              Vuoi imparare come cambiare il valore che hai attribuito a certi ricordi? Con la PNL è semplice! Impararla con me, lo è ancora di più. Informati sui nostri corsi di PNL qui: [https://www.claudiobelotti.it/pnl/]

  • Implementa il tuo vocabolario emotivo. Impara a esprimere i tuoi sentimenti e le tue emozioni. La prossima volta che provi una forte reazione emotiva, prenditi del tempo per avere consapevolezza di ciò che senti. Descrivilo a parole o disegnalo o scrivilo. Esprimi i tuoi sentimenti quindi, determina cosa vuoi fare riguardo alla situazione. Questo ti permette di gestire l’emozione in modo proattivo. Quando hai capito cosa provi in una determinata situazione, puoi creare un’àncora cioè un legame con una emozione, che diventi per te una risorsa utile.

              Le àncore sono uno degli strumenti più potenti della Programmazione Neuro-Linguistica. Ti consentono di accedere a risorse importanti, in qualunque momento e in modo semplice! E imparare la PNL con me, lo è ancora di più. Informati sul nostro percorso di PNL 

  • Regola la tua comunicazione su di un obiettivo. Quando comunichi devi sempre avere un obiettivo in mente: se sai cosa vuoi dire, molto probabilmente riuscirai a farlo in modo efficace. Ricorda che ogni comunicazione suscita una reazione. Se il tuo obiettivo è rendere più fluida la comunicazione, cercherai un tono vicino al tuo interlocutore, le parole più vicine al suo modo di pensare, pronunciate a una velocità adeguata. Con la calibrazione, ascolti e comprendi, con il ricalco offri in modo accogliente la tua comunicazione.

Contribuire alla crescita dell’impresa attraverso una nuova vision aziendale: la tua.

By | Blog

Perché la visione aziendale è così importante? Innanzitutto dobbiamo fare chiarezza su cos’è questa “visione”. La “visione” è il luogo dove vuoi andare, l’obiettivo, l’immagine chiara del successo che vuoi raggiungere. E’ differente dalla “missione” che invece rappresenta lo scopo, il perché esiste un’organizzazione e i “valori” che sono i principi, le convinzioni attraverso le quali una organizzazione sceglie di operare. Se conosci i livelli logici di Robert Dilts – il grande ricercatore, studioso e consulente in PNL, che è stato ospite della nostra Extraordinary Coaching School – sono piani molto diversi che rispondono a domande ed esigenze della persona e delle organizzazioni molto diverse fra loro.

Inoltre la visione è differente anche dalla strategia che corrisponde alle decisioni circa dove e come competere; e sono proprio quelle decisioni che animano la visione aziendale. Le aziende e le organizzazioni infatti rinnovano la loro visione molto più spesso rispetto alla loro missione, ed è un modo per trarre nuova motivazione e spingere sul rinnovamento e il miglioramento delle prestazioni. Il bello della visione è che molte volte si può rinnovare senza partire dai leader al vertice dell’azienda e può invece svilupparsi e crescere dal basso, se elaborata e sostenuta correttamente.

Lo sviluppo di una visione per un’organizzazione pone le basi per una migliore strategia e per prestazioni più elevate. Avere una visione chiara è e sarà sempre considerata una capacità essenziale per i leader autentici. E proprio come qualsiasi capacità di leadership, la visione richiede pratica e non esiste un modo migliore per ottenere quella pratica – a qualsiasi livello – che non sia costruirla attraverso le opportunità di crescita che ti permettono di dare un contributo. Si tratta delle opportunità di imparare facendo e sono un dono per chiunque abbia il coraggio di sognare, immaginare ed esprimere le proprie idee.

Quindi, come puoi prepararti per costruire la tua visione e allenare il muscolo della vision nel tuo set di strumenti per la leadership? Ogni situazione è diversa. Ogni contesto richiede idee e capacità differenti. Qui ci sono alcuni suggerimenti per migliorare le tue possibilità di essere coinvolto nel processo decisionale, influenzare la visione della tua azienda e fare realmente la differenza:

Cerca idee e opportunità differenti per contribuire. Crea il tuo gruppo di pari, soprattutto al di fuori dell’azienda. Frequenta corsi, associazioni di volontariato, collabora con altre organizzazioni – compatibili con i tuoi valori e quelli della tua azienda – e realizza esperienze che ti possono dare spunti e idee utili. Prendi ispirazione dai migliori, stagli vicino per crescere e farti sfidare. Poi porta quanto hai appreso in azienda. Magari utilizzerai solo una goccia del mare di esperienza che hai fatto e potrebbe essere la goccia risolutiva.

Condividi la costruzione della tua visione. La visione aziendale più è condivisa e meglio è. Un singolo non avrà mai una visione a 360° gradi così chiara e nitida. Proponi le tue idee e contribuisci allo sviluppo di una grande visione aziendale, condividi il processo con gli altri che lavorano con te. Questo rafforzerà anche le tue capacità di collaborazione.

Osserva, studia e impegnati a migliorare altri progetti di visione. Ispirarsi al lavoro degli altri, soprattutto quando si tratta di buone pratiche è un ottimo modo per crescere e migliorare. E alla base del concetto stesso della Programmazione Neuro-Linguistica: se qualcosa funziona, è PNL! E quindi è giusto prenderlo ad esempio per portarlo nella propria vita, nel proprio lavoro. Guarda, studia e impegnati per migliorare le visioni organizzative di altre aziende e capirai meglio che cosa fa una azienda di successo per ottenere quel tipo di successo. Lavora con fiducia nei tuoi mezzi e impegnati a rendere queste idee efficaci per la tua azienda: le idee che funzionano, prendono piede anche da sole.