Il Coaching è un’attività straordinaria.

Obbliga il Coach a essere un Leader e mette in condizione il cliente di fare lo stesso.

Per “leadership” intendo il significato originario della parola che dal Gotico sembra voler dire “innalzare dando valore”. Il Coach è un mezzo, uno strumento, un vagone che aiuta il cliente ad innalzarsi dando valore a se stesso e alle sue risorse. Per poterlo fare non deve essere un guru, né tantomeno perfetto, deve però essere congruente, cioè deve avere lo stesso coraggio (se non di più) di affrontare le cose della vita che chiede al suo cliente.

Se volessimo riassumere qualche caratteristica e attività di un buon Coaching io direi che:

– Il Coach dà l’energia, l’entusiasmo e la forza che sembrano non esserci.

Un Coach è preparato tecnicamente in PNL, Dinamiche a Spirale, Coaching o altro, inoltre ha la forza di trovare in se stesso e nel cliente le emozioni necessarie al miglioramento. Non serve a nulla essere preparati se manca l’energia dell’entusiasmo e della fede.

– Il Coach aiuta il cliente a trovare le sue forze.

Quali sono i tuoi talenti? Quali sono le tue passioni? Quali le abilità che hai nascosto (o ti hanno nascosto)? Hai qualcuno che ti aiuta a scoprire le tue forze e che ti dà il “jump start” (la partenza con i cavi collegati alla batteria di un’altra auto) quando serve?

– Il Coach ti aiuta a definire il tuo successo.

Il successo è estremamente soggettivo. Conoscere il tuo scopo nella vita, o la tua ricetta per la felicità dovrebbe essere la cosa più importante. Ci ho scritto un libro a riguardo.

– Il Coach ti aiuta ad avere successo.

Una volta che hai deciso cosa è il successo per te, è arrivato il momento di metterti in moto per ottenerlo. Qui il Coach è veramente importante. Tutti i grandi campioni hanno un allenatore che li motiva, corregge, aiuta ….

– Il Coach ti aiuta a tenere vivi gli ingredienti della vita straordinaria tra cui:

• le Relazioni,

• l’Atteggiamento (il modo in cui ti poni verso le cose),

• la tua Leadership personale,

• le tue capacità e abilità che devono crescere continuamente.

– Lavorare con un Coach ti aiuta a focalizzarti su ciò che conta.

Di fatto sono due le cose che contano. Ci sono quelle più produttive secondo la legge di Pareto e ci sono quelle più importanti perché soddisfano i tuoi valori indipendentemente dal ROI.

– Con il Coaching il cliente cresce.

Molto spesso il Coach diventa un Trainer che insegna, passa risorse e informazioni che aiutano il cliente a essere e fare meglio.

– Il Coach ti “obbliga” a fare.

Siamo tutti troppo impegnati per portare a termine ogni cosa. Spesso il carico di lavoro ci porta a rimandare le attività più importanti. Ecco che un buon Coach “ci obbliga” a mantenere le nostre promesse. Promesse che facciamo a noi stessi e proprio per questo tendiamo a rimandare.

Tutti possiamo essere dei buoni Coach, sia che lo facciamo di professione sia che lo facciamo per amicizia. E tutti abbiamo bisogno di un buon Coach, serve sempre qualcuno che ci aiuta a vedere le cose da un’altra prospettiva, soprattutto a vedere noi stessi con occhi diversi.

Se tu fossi la persona che ti vuole più bene cosa vedresti in te?

Claudio

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata